L’e-book e gli ultrabook nel paniere dell’Istat

AccessoriMarketingWorkspace
Hp Envy 14 Spectre

L’Istat calcolerà il tasso di inflazione tenendo presenti anche i prezzi di e-book e ultrabook, i gadget del 2012, che vanno a sommarsi a tablet e smartphone nel paniere hi-tech

Entrano  nel paniere dell’Istat l’e-book, uno dei regali più gettonati nell’ultimo Natale, e gli ultrabook, i laptop ultrasottili e con accensione rapida e autonomia della batteria estesa, voluti da Intel, che hanno fatto la parte del leone all’ultima edizione del CES di Las Vegas. L’Istat, dopo aver lanciato il Censimento online 2011 e adottato le Creative Commons, dimostra ancora una volta di essere al passo coi tempi.

Se il 2012 sarà l’anno di e-book e ultrabook, l’Istat non vuole perdere di vista i prezzi (e gli eventuali rialzi o ribassi) dei gadget più popolari del momento. Già in passato l’Istat ha dimostrato di essere attenta alle “mode hi-tech”, quando fece entrare nel paniere dell’Istat l’iPad nel febbraio 2011 ( e i media tablet), togliendo il noleggio dei Dvd (soppiantato dallo streaming, dal downlod e dall’on-demand), oppure l’iPhone e gli smartphone nel febbraio 2010, le chiavette Usb e i Dvd nel 2009, Gps e giochi per console nel 2008.

Secondo Pew Internet, negli stati Uniti, iPad, Kindle, Nook e Kindle Fire sono stati fra  i regali più richiesti a Natale. Per Intel il 2012 è l’anno degli ultrabook: spera che il 40% dei notebook in vendita nel 2012 sarà ultrabook, ma secondo iSuppli entro il 2015 gli ultrabook deterranno il 42% del mercato laptop con 136 milioni di unità. L’Istat però si porta avanti con il lavoro.

Hp Envy 14 Spectre
Hp Envy 14 Spectre è l'ultrabook di vetro
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore