L’E-book mania invade anche Roma

Workspace

Google Books, e-book, e-reader, Web 2.0 e e-content stanno cambiando il mercato editoriale all’insegna del digitale: se ne parlerà alla Fiera di Roma “Più libri più liberi”. Ecco in cifre il fenomeno dell’editoria dove bit e pixel hanno sostituito la carta

Cresce il mercato degli eBook: oggi allo 0,04% del mercato, decollerà per Natale, ma il 2010 sarà l’Anno test per fotografare realmente il settore. Anche Gartner prevede il boom l’anno prossimo, mentre Amazon Kindle ha registrato un record di vendite a novembre.

Google Books, e-book, e-reader, Web 2.0 e e-content stanno cambiando il mercato editoriale all’insegna del digitale: se ne parlerà alla Fiera di RomaPiù libri più liberi“, dal 5 all’8 dicembre al Palazzo del Congressi dell’EUR.

Ecco in numeri il fenomeno dell’editoria digitale: negli Stati Uniti il mercato e-book vale oggi l’1,5% delle vendite nei canali trade; alcuni best seller che possono essere acquistati dalle librerie on line in formato eBook sono spesso messi in vendita contemporaneamente alla corrispondente versione cartacea; anche in Italia, secondo le stime dell’Ufficio studi AIE il segmento è in crescita, e copre oggi lo 0,04% del mercato, ma dal 2010 si prevede un rialzo; i blog letterari rappresentano per i 14-19enni (i clienti di domani delle case editrici) il 15% delle indicazioni per la scelta di un libro da comprare (contro il 12% delle recensioni lette sui giornali);

Oggi nell’acquisto di un libro vince il passaparola, ma il Web 2.0 sta aprendo nuovi spazi di community online tra lettori. Alla Fiera di Roma si parlerà anche di come trasformare una comunità di lettori in una community di clienti.

Il processo di cambiamento richiederà risorse per investimenti e nuove competenze professionali ed editoriali. Ma anche una migliore conoscenza di come “si legge sugli eBook”: se ne parlerà nel secondo incontro della giornata intitolato eBook e piccola editoria. Tra ricerca dell’innovazione e minacce, in programma dalle 16 alle 17, che sarà incentrato su un dibattito relativo alle opportunità di lettura offerte dai nuovi reader in cui si confronteranno un agente letterario che li usa professionalmente, Kylee Doust (Kylee Doust Agency), due editori Fernando Folini (Folini Editore) e Enrico Iacometti (Armando Armando) e un autore che ha testato le diverse opzioni di lettura su Kindle e iPhone, Luca Bianchini.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore