L’e-commerce spinge le vendite del mercato dell’Arte

E-commerceMarketing
Cresce il mercato dell'arte, grazie a e-commerce e Internet
4 12 Non ci sono commenti

Il mercato delle opere d’arte cresce a doppia cifra. Ma l’e-commerce e Internet sono fattori che spingono le vendite nel mercato dell’Arte

L’e-commerce può mettere le ali alle vendite del mercato dell’Arte. Il mercato delle opere d’arte cresce a doppia cifra: le case d’asta non hanno sentito crisi e hanno messo a segno fatturati in salita del 26% rispetto all’anno precedente, raggiungendo il record di 15,2 miliardi di dollari.

Cresce il mercato dell'arte, grazie a e-commerce e Internet
Cresce il mercato dell’arte, grazie a e-commerce e Internet

Ma, secondo il report annuale di Artprice sul mercato dell’arte nel 2014, il massimo storico è stato toccato grazie ad alcuni fattori legati al Web: informazioni sempre più affidabili sul mercato dell’arte; la smaterializzazione delle vendite di opere d’arte; la “finanziarizzazione” del mercato; l’incremento dei consumatori d’arte, passati da circa mezzo milione di persone nel 1945 a circa 70 milioni nel 2015; l’ampliamento del mercato in Asia, nell’Area Pacifico, in India, Sudafrica, Medioriente e Sud America. Secondo Artprice, i rendimenti annui sono nell’ordine del 10%-15% per opere con valutazioni superiori ai 100mila dollari.

La Cina, che conta il maggiore mercato dei grandi maestri dell’arte al mondo, ha superato gli Stati Uniti, sia in termini di aste che di fatturato complessivo del mercato dell’arte.

Anche il settore museale è in forte espansione: ammontano a 700 le aperture di nuovi musei ogni anno. Sono stati inaugurati più musei fra il 2000 e il 2014 di quelli aperti dall’inizio del XIX alla fine del XX secolo.

Secondo Museum Analytics, i ,musei più social al mondo sono il Moma, la Tate Gallery, il Louvre, lo Smithsonian, ai primi posti per post e tweet.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore