Le falle di Adobe all’origine del cyber-attacco a Gmail in Cina?

CyberwarSicurezza

Un attacco a Google e ad almeno 20 altre società partito dalla Cina avrebbe sfruttato la vulnerabilità dei programmi Adobe Acrobat e Adobe Reader. Oggi Adobe ha rilasciato le patch. Le ipotesi di iDefense e F-secure

Le falle critiche nei programmi di Adobe, già prese di mira da McAfee come a rischio per possibili attacchi, potrebbero essere all’origine del cyber-attacco a Gmail in Cina. Una falla nella sicurezza sarebbe alla base dell’intrusione in Google ed un’altra ventina di aziende, che avrebbe fatto infuriare talmente Google da dichiarare ” guerra alla cyber-censura cinese “. Adobe sta investigando .

Cosa è successo a Gmail e al cloud computing di Google, tanto da farle saltare i nervi e rischiare l’espulsione di Google China da Pechino?

Secondo iDefense, Adobe Systems ha detto che i suoi sistemi sono stati oggetto di attacco, senza subire il furto di informazioni sensibili. Secondo Reuters, gli hacker avrebbero sfruttato la falla nel sistema di sicurezza di Adobe Acrobat e Adobe Reader.

Il cyber-attacco, subito da Google, che era mirato all’infrastruttura di Google, mirava a defraudare proprietà intellettuale, ma soprattutto a rubare dagli account di Gmail informazioni su attivisti dei diritti uman i. Gli account di Gmail sotto attacco riguardano Usa, Cina ed Europa.

Per ironia della sorte, Adobe ha rilasciato le patch per i propri software a ridosso del cyber-attacco. L’attacco ha infine caratteristiche simili a uno basato su email, condotto il luglio scorso, contro 100 aziende della Silicon Valley.

iDefense di VeriSign parla di server usati in entrambi gli attacchi che puntano a indirizzi IP di proprietà di un unica azienda di hosting statunitense, Linode, e del fatto che sono solo sei gli indirizzi IP coinvolti oltre ad ognuno.

Anche Mikko Hyppönen, chief research officer di F-Secure, ha illustrato alcune ipotesi sul blog .

Leggi l’ANALISI: Google e Cina, braccio di ferro sulla censura online

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore