AziendeStart Up

Le più attese IPO hi-tech del 2016

Le più attese IPO hi-tech del 2016
0 2 Nessun commento

AppDynamics, Cloudera, DocuSign sono alcune delle più promettenti initial public offerings (IPO) del 2016

Il 2016 in Borsa è iniziato all’insegna dell’orso, ma le candidate all’IPO non vogliono farsi scoraggiare dall’aria che tira ai primi di gennaio e questo potrebbe essere un anno fruttuoso per le quotazioni di startup hi-tech in Borsa.

Le più attese IPO hi-tech del 2016
Le più attese IPO hi-tech del 2016

Le initial public offerings (IPO) del 2016 riguardano sturtup specializzate in sicurezza digitale, gestione dati e cloud. E sono aziende che in genere superano i 100 milioni di dollari di fatturato. Anche se non tutti i nomi sono popolari, queste startup potrebbero fare meglio di Fitbit, che tuttora è scambiata sotto il prezzo dell’IPO.

AppDynamics, fondata nel 2008 e guidata dal Ceo David Wadhwani (ex Adobe), aiuta gli utenti business a tracciare come vanno le loro apps e siti web in caso di rallentamenti o crash.

Cloudera, che compete con Hortonworks, vende una versione enterprise della piattaforma open-source Apache Hadoop, insieme a tool e servizi per supportarla. Fra i maggiori investitori, vanta il venture capital Accel Partners, Intel e Greylock Partners. Cloudera, fondata nel 2008, ha più di 150 milioni di dollari di fatturato nel 2015.

DocuSign, fondata nel 2003, creat software che raccoglie firme digitali e gestisce servizi business: è valutata 3 miliardi di dollari.

MarkLogic, azienda di software di big data, fondata nel 2001 , è supportata da Sequoia Capital, Wellington Management, Northgate Capital.

Medallia è una software house che cattura e risponde ai feedback dei clienti: ha raccolto oltre 250 milioni di dollari di finanziamenti dal 2001.

Nutanix, che realizza software e hardware per data center, è stata fondata nel 2009.

Altre IPO sono: Plex Systems, che crea software per la manifattura; Pluralsight, specializzata in education online; PointClickCare, dedicata alla salute; Qualtrics, azieda di sondaggi e analisi; SoFi, che si occupa di prestito online; Squarespace che supera il miliardo di dollari di valutazione; Tanium, impegnata nella sicurezza; Tenable Network Security che è valutata oltre mezzo miliardo di dollari.

Castigli Mirella, giornalista pubblicista. Dal 2000 ha collaborato con PC Magazine, Computer Idea, dal 2004 con VNUnet, dal 2007 ITespresso.it; con il progetto delle "Linee guida per la promozione della cittadinanza digitale: E-democracy", con il Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie. Libri pubblicati: "I motori di ricerca nel Caos della Rete" (ShaKe edizioni, 2000); "Mela Marcia" (Agenzia X, 2010); "Faccia da Web" (Reg. Toscana e Dip. della Gioventù della Pres. del Consiglio dei Ministri); "Zero Privacy" (Videa #InstantBook, 2014). Nel 2013 ha collaborato con DigiArte 2013 - 10th edition, dedicato ai Google Glass.

Seguici