Semplificazione, linee guida per la PA digitale

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Approvata la nuova agenda per la semplificazione digitale
0 3 Non ci sono commenti

Semaforo verde all’agenda per la semplificazione 2015-2017 per la PA digitale

Il governo ha varato l’Agenda per la semplificazione 2015-2017, i cui punti di forza sono la cittadinanza digitale e i servizi della Pubblica Amministrazione (PA) online. L’agenda per la semplificazione 2015-2017 per la PA digitale riparte dai PIN unici per identificare cittadini digitali e dalla possibilità di pagare sul Web ed interagire online con il sistema sanitario e con il fisco. La linea guida del Governo e del ministro della Funzione Pubblica e della Semplificazione intende ridurre del 20% i costi della burocrazia.

Approvata la nuova agenda per la semplificazione digitale
Approvata la nuova agenda per la semplificazione digitale

Il progetto di semplificazione prevede: entro il 2016 l’introduzione dei pagamenti telematici in tutta la PA; la sperimentazione della marca da bollo online (e-Bollo: i contribuenti a breve potranno pagare online le marche da bollo sulle richieste trasmesse in via telematica alla PA e sui relativi atti) entro dicembre 2015, a regime in 12 mesi; e la piattaforma per l’interazione online dei cittadini con la PA entro la fine dello stesso anno.

Entro dicembre 2016 verranno adottate le prenotazioni online per le prestazioni sanitarie in tutte le Regioni, e i referti saranno accessibili online e in farmacia. L’accesso alla diagnostica per immagini richiederà un altro anno.

Secondo Assinform è l’ora di premere l’acceleratore sull’e-health. Solo la sanità digitale permetterà un risparmio quantificabile in sette miliardi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore