Facebook, Twitter e Google+, sfida all’ultima novità nel mercato social

MarketingNetworkSocial media
Facebook guarda al Mobile per crescere

Facebook, Twitter e Google+ s’inseguono: cambiano look ed aggiungono funzionalità per stare l’uno al passo con l’altro. Come evolvono i social network

Twitter ha appena ridisegnato l’interfaccia per accogliere nuove opzioni: il microblogging da 140 caratteri trasferisce a destra il flusso dei tweet e dispone le informazioni sull’utente in alto a sinistra, imitando sia Facebook che Google+. La finestra per visualizzare i tweet completi, ora va aperta cliccando su Open (letteralmente: Apri). Le conversazioni si seguono dalla sezione Connect, indicata dal simbolo @. Ma la novità principale di Twitter è costituita dalle pagine commerciali dedicate a marchi, brand e marketing: fare pubblicità con un Tweet ampliabile nella parte superiore della pagina. Il restyling di Twitter fa un po’ il verso a Facebook.

Ma a fare il verso a Twitter è stato Facebook, quando ha presentato Ticker, separato dagli aggiornamenti di stato che saranno riversati nel NewsFeed. Con Ticker Facebook sfida Twitter perché Facebook spera così che ciò che adesso si condivide su Twitter, venga poi condiviso su Facebook grazie al Ticker. Facebook è in ritardo con Timeline: una riorganizzazione dei profili per dar loro l’aspetto del diario di bordo della nostra vita digitale. TimeLine pomette una Time Machine della vita degli 800 milioni di utenti. Anche di Open Graph sembrano essersi perse le tracce. La grafica e l’interfaccia, testati da un milione di utenti su 800 milioni, piacciono, ma devono essere resi più veloci e stabili. Inoltre la società Timelines ha minacciato Facebook per l’uso dei marchi registrati. Facebook però ha controdenunciato Timelines.com, accusandola di usare un termine generico come marchio.

Facebook ha inoltre acquisto Gowalla, start-up dedicata alla geo-localizzazione. Gowalla è la cugina, un po’ meno nota, ma più carina, di Foursquare.  Si tratta di un’applicazione in grado di aiutare l’utente a creare storie di viaggi basate sulle localizzazioni. Per questo motivo Google+ risponde permettendo ai suoi utenti di segnalare la loro presenza in un posto (un negozio, un bar, un centro commerciale) attraverso un messaggio di “check-in“, con cui in futuro, prima negli Usa poi altrove, potranno accedere a promozioni e sconti (Daily deals).

Google+ ha infine aggiunto il riconoscimento facciale per stare al passo con Facebook. Find My Face è una funzionalità di riconoscimento facciale. Sarà opzionale per motivi di privacy.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore