Le novità di Google I/O fanno volare il titolo di Google: oltre i 900 dolari

Aziende
Redisign di Google Maps a Google I/O

Oltre 5500 sviluppatori convergono su Developer Conference Google I/O. Il titolo di Google ha superato la barriera dei 900 dollari per azione, un nuovo record che sottolinea i successi del motore di ricerca di Mountain View: Google ha anticipato Apple nel lancio di un servizio di streaming musicale in abbonamento; le Google Maps sono state ridisegnate; Google Searchdiventa colloquiale per sfidare Siri. Infine una curiosità: Google venderà una versione di Galaxy S IV con Android puro.

Il titolo di Google registra un nuovo record: oltre i 900 dollari per azione. Segno che le novità presentate alla conferenza sviluppatori Google I/O vanno nella direzione giusta. Spaziano dalla ricerca colloquiale alle mappe, fino allo streaming musicale.

Lo streaming musicale di Google Play Music sarà al prezzo di 9.99 dollari, per sfidare Pandora e Spotify. La sezione “All Access” personalizza le sezioni da 22 generi musicali, dal Jazz all’Indie (dai cataloghi di Universal Music, Sony Entertainment Group e Warner Music Group), effettuando lo streaming di playlist individuali o ascoltando lo streaming in stile radio.

Il restyling di Google Maps prevede la visualizzazione a tutto schermo, offre indicazioni stradali (da un click sull’icona Home per indicare la propria posizione), confrontando il tempo di percorrenza in auto, a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici. Altre novità sono: la fusione con Google Earth, per visualizzare le riproduzioni 3D delle città o l’interno degli edifici direttamente nel browser; supporto alle foto panoramiche Photo Sphere scattate con smartphone Android; integrazione con Offersdedicata alle promozioni nei dintorni; segnalazione incidenti, funzionalità Explorer per i tablet e un’interfaccia per trovare ristoranti, musei, cinema, attrazioni ecc. nei dintorni, con dettagli e orari.

Redisign di Google Maps a Google I/O
Redisign di Google Maps a Google I/O

L’aggiornamento di Google Now mostra un assaggio della ricerca del futuro: per esempio Google Now  permetterà di conoscere il prossimo orario del treno o dell’autobus, ma sarà anche associato alle Reminder card per ricordarsi qualcosa legato a persone, località eccetera. Google Now acquisisce nuove schede,per i promemoria, il trasporto pubblico, gli album musicali e i programmi televisivi: inoltree, cerca di anticipare quello che volete sapere. Chiedete la popolazione dell’Inghilterra? Vi risponderà con la cifra, mettendola a confronto con quella degli Usa (per gli utenti statunitensi).

Anche il Search, il servizio principale di Google, verrà reso più colloquiale, come risposta a Siri. Impressionante è la ricerca colloquiale per PC e per dispositivi mobili. Non dovete fare altro che dire: “Ok Google, trova un ristorante vicino al luogo del mio prossimo appuntamento” e il servizio lo troverà, sfruttando Knowledge Graph per rispondere a queste domande. “Manda una email a Katie” permette di inviare un’email solo pronunciando il nome di battesimo senza altre info sull’account.

Google aggiorna il suo social network, Google+, con ben 41 nuove funzioni. L’Hangout che conosciamo già diventa un’app stand alone e incorpora tutti i servizi di chat di Google: Google Talk, Hangouts, Voice, Google+ Messenger. Ffunzionerà su web, Android e iOS.

YouTube rapprewsenta sempre più un’opportunità: il servizio di video condivisione è ormai il simbolo dei video online (visto che raggiunge l’80% di coloro che guardano video sul Web), e il business potrebbe raggiungere i 20 miliardi di dollari di vendite entro il 2020 rispetto ai 4 miliardi di dollari quest’anno.

Capitolo Android: l’OS open source di Google ha raggiunto quota 900 milioni di attivazioni. Dal 26 giugno Google inizierà a vendere una versione del Samsung Galaxy S IV sbloccata con Android puro.

Google I/O 2013

Image 1 of 9

Google I/O 2013

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore