Le nuove prospettive del franchising

Aziende

Con lavvento di Internet nascono nuove idee per le attivita commerciali in franchising

Il mese scorso a Pontedera e stato inaugurato il primo locale Rocket Jump, Internet, Games Food che ha rappresentato lavvio di un interessante progetto di franchising della catena Rocket Jump. Lautentica novita risiede nelle particolari modalita di utilizzo di locali tecnologici che devono costituire dei punti di incontro delle comunita Net.gamer di tutta lItalia. In particolare, lobiettivo che si propone la casa madre e quello di creare una rete di locali dove la navigazione ed il gioco on line costituiscono solo una parte dellofferta complessiva di servizi che comprendono tutte le attivita necessarie (ristorazione, bar, organizzazione di manifestazioni, ecc.) per consentire una piena e soddisfacente socializzazione delle comunita virtuali. Il piano di sviluppo della catena prevede gia lapertura di altri nove punti analoghi entro lanno. Questa iniziativa della catena Rocket Jump costituisce, se vogliamo, una naturale evoluzione degli Internet Point, che ormai sono presenti in tutto il nostro paese e rappresenta una sapiente applicazione di una formula, utilizzata ormai in tutti i settori commerciali, come il franchising ad una nuova realta come quella virtuale, le cui potenzialita sono davvero notevoli. Il franchising in Italia ha ormai assunto una dimensione ragguardevole, secondo i dati dellAssofranchising sono oltre 88.000 gli addetti e piu di 32.000 gli affiliati; ben 18.000 posti di lavoro creati negli ultimi 4 anni. Nellambito delle attivita commerciali il settore dei servizi risulta il piu gettonato nel fanchising e del resto e il settore piu dinamico in grado di adeguarsi con immediatezza alle nuove esigenze del mercato. Negli ultimi, tempi, difatti sono nate reti specializzate nel campo dellassistenza ai malati ed agli anziani, agenzie di baby sitter ed asili nido, ma anche reti sulle nuove tecnologie quali Internet, telecomunicazioni, telefonia. Si ricorda che in virtu del contratto di franchising il produttore (franchisor) concede al distributore (franchisee) il diritto di entrare a far parte della propria catena distributiva, sfruttando il marchio, il know-how, una formula o invenzione commerciale nonche lo stesso nome o insegna della ditta. A livello comunitario il franchising e disciplinato dal Regolamento della Commissione CEE 4087 del 30 novembre 1988, al fine di superare il divieto di intese restrittive della libera concorrenza, di cui allart. 85 del Trattato CEE. Questa disciplina deve essere osservata dai contraenti anche per evitare la violazione delle disposizioni della legge n. 287 del 10 ottobre 1990. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore