Le password evolvono: Google testa Yubikey

MarketingSicurezzaSoluzioni per la sicurezza
Yubico YubiKey nano, la soluzione per iPad e iPhone

Google, preoccupata dall’aumento della violazione delle password, sta testando Yubikey, per accedere ai servizi del motore di ricerca senza digitare password. La password diventa una schedina USB

La password diventa un gadget fisico. Gli utenti scelgono password troppo facili: invece di inserire lettere maiuscole, elementi alfa-numerici e caratteri speciali (come punti esclamativi, interrogativi ecctera), oltre ad errori grammaticali (che rafforzano le password), gli utenti insistono ad inserire password di una banalità disarmante. Non a prova di hacker. Google, preoccupata dal problema della violazione delle password, sta testando la password fisica: sperimenta Yubikey, una schedina USB per accedere ai servizi del motore di ricerca senza digitare la password.

Grazie alla collaborazione di Yubico, la password diventa una schedina USB. Scrive TechWeek Europe: “L’idea della protezione tramite un dongle USB in alternativa o in aggiunta a user name e password è tutt’altro che nuova. In tante aziende l’autenticazione associata tramite hardware e software è d’obbligo da anni. Buona cosa però che Google stia lavorando da tempo a questo progetto che avrebbe portata molto maggiore anche se solo si potesse estendere ad altri servizi, ovviamente anche non di Big G“.

La soluzione YubiKey (la chiavetta Usb) assicura l’utente anche nel caso in cui essa sia perduta o sottratta. Infatti lavora anche tramite autenticazione biometrica, con l’impronta digitale. Non è quindi sufficiente possedere la chiavetta, ma è necessario anche autenticarsi, sulla chiavetta stessa tramite la propria impronta digitale. La schedina USB che include una scheda crittografata, realizzata dall’azienda Yubico, una volta collegato al computer permetterebbe l’accesso a tutti i servizi di Google senza bisogno di digitare le proprie credenziali di accesso.

In un mondo in cui il Pc perde di centralità nell’era Mobile, è indispensabile un sistema di autenticazione e memorizzazione password che possa funzionare adeguatamente anche su smartphone e tablet, senza ingombrare. E infatti Yubico sembra aver risolto anche il problema sull’autenticazione a due fattori via Usb anche su quei dispositivi che non dispongono di presa Usb di tipo host. Nel caso di iPhone e iPad per esempio YubiKey Nano funziona in abbinata con l’adattatore Apple per caricare le foto, sebbene abbia alcuni limiti. Yubico, con sedi in California, Svezia e nel Regno Unito basa tutte le proprie soluzioni di sicurezza su dongle Usb, dispone di soluzioni già utilizzabili su Windows come su Linux e Mac Os X (in quest’ultimo caso non direttamente ma solo in challenge-response mode), ma forse la novità più interessante sta proprio nel fatto che la soluzione YubiKey(la chiavetta Usb) assicura l’utente anche nel caso in cui essa sia perduta o sottratta. Infatti lavora anche tramite autenticazione biometrica, con l’impronta digitale.

Yubico YubiKey nano, la soluzione per iPad e iPhone
Yubico YubiKey nano, la soluzione per iPad e iPhone
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore