Le presidenziali Usa sposano il Web 2.0

Marketing

Dalle elezioni a colpi di blog si passa alle primarie a colpi di video su
YouTube e ai canali dedicati su MySpace

Tutto è balzato agli onori della cronaca con un video , creato da un simpatizzante in sostegno a Barak Obama e contro un’Hillary Clinton, calata in un clima orwelliano nei panni di un Grande Fratello in stile 1984. Le elezioni a colpi di blog le abbiamo già vissute, ma oggi in vista delle primarie Usa il social networking elettorale fa un passo avanti: sposa video sharing e canali dedicati su MySpace. Il colosso del social networking controllato da Rupert Murdoch, MySpace, ha aperto il canale Impact . È una sezione specifica dove sono raccolti i profili di una decina di aspiranti alla nomination democratica e repubblicana, ognuno con i propri video, la vendita di gadget, la distribuzione di banner ai siti simpatizzanti. Il canale di Google su YouTube si chiama invece YouChoose. La corsa alle presidenziali dei candidati è partita in quarta sulle autostrade digitali, sposando definitivamente il Web 2.0. E la comunicazione virale già in passato non ha permesso la rielezione di un candidato che si era prodigato in epiteti razzisti, immortalati a suo tempo su YouTube. Infine, un’ultima nota di colore: i TeoCon hanno creato il loro anti YouTube cristiano, chiamato GodTub e. Il Web 2.0 ha contiminato proprio tutti negli Usa.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore