Le previsioni IT di Gartner per il 2012

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
previsioni Gartner 2012

Gartner rivela le sue previsioni relative alle aziende e agli utenti IT nel 2012 ed oltre. Il controllo di budget, tecnologie e costi delle imprese IT diventeranno più fluidi e distribuiti

Gartner rivela le sue previsioni relative alle aziende e agli utenti IT nel 2012 ed oltre. Cambierà il controllo di budget, tecnologie e costi delle imprese IT, nel senso che questi fattori diventeranno più fluidi e distribuiti. Nel report intitolato “Top Industry Predicts 2012: Industries Face intensified Consumerization and Technology Disruption” , la società di analisi Gartner prevede che 15 piani strategici che CIO, senior business executive e top manager IT dovranno prendere in esame nei loro piani enterprisee nelle loro iniziative strategiche: “Entro il 2015 la sfida riguarderà molti modelli di business industriali a causa del fatto che i clienti continuano ad adottare lifestyle digitali always-on (sempre connessi) e i rivali di mercato esplorano nuove tecnologie emergenti per assicurarsi crescita del business e successo” spiega Kimberly Harris-Ferrante, vice presidente ed analista presso Gartner.

Largo alle nuvole del cloud e ai social network, ma anche ai tablet e al Mobile: “Cloud computing e social media continueranno a fornire nuove strade per la comunicazione e l’impegno nel mercato, semplificando l’incremento dei ricavi e l’interazione sostenibile con clienti-chiave” aggiunge Gartner: “Le nuove tecnologie come i media tablet e il Mobile avranno un impatto dirompente su molte industrie, richiedendo modifiche ai processi esistenti e promuoveranno trasformazioni nel business.

Per i CIO, i manager senior e i leader IT, la volatilità economica e dei mercati rappresenteranno un fattore critico nel 2012 ed oltre. Gartner mette in luce le tendenze emergenti per meglio riposizionarsi nei mercati e per allineare le proprie pratiche di business con le necessità dei partner clienti e d’affari.

Entro il 2016, la maggior parte degli utenti consumer dei mercati matui considererà l’accesso web nelle auto un criterio per acquistare automobili. Entro il 2014, eventuali default in Europa potrebbero portare al collasso di più di un terzo delle banche europee.

Entro il 2015, nuovi social Web esterni e servizi basati sul cloud genereranno il 25% dei prodotti e servizi bancari in ottica consumer. Entro il 2013, la penetrazione di iPad nel mondo farmaceutico raggiungerà l’85%, poi si sposterà sulle applicazioni che miglioreranno il tracciamento della distribuzione ed interazione. Entro il 2016, l’iPad guadagnerà meno del 50% del mercato K-12 visto che i CIO preferiranno device sviluppati più prontamente. Entro il 2015, il 30% dei progetti smart grid farà leva su servizi cloud per indirizzare i grandi dati dalle tecnologie convergenti. Entro il 2015, il 20% dei sistemi integrati di delivery investirà in nuovi sistemi customer relationship management (CRM) per il mercato della sanità.

Entro il 2014, il 30% di chi paga negli Usa la sanità privata acquisirà fornitori, forzerà l’integrazione di suite di applicazioni, man mano che si fonderanno delivery e finanza. Entro la fine del 2014, almeno un social networkdiventerà un canale di vendita assicurativo. Entro il 2016, più del 5% delle ricerche saranno integrato usando dispositivi mobili, sensori video/audio invece di frasi pronunciate o digitate via tastiera. Nel corso del 2015, l’80% delle implementazioni multichannel fallirà perché i retailer manterranno le strategia canale-centrica e focalizzata sul prodotto.

Entro il 2013, la sostenibilità finanziaria dei governi si unirà al contenimento dei costi della spesa IT. Prima del 2015, le promozioni context-aware comprenderanno il 10% di attività promozionali di produttori di beni di consumo nei mercati sviluppati. Fino al 2015, le gestioni IT/OT inefficaci rischieranno il 50% dei fallimenti aziendali, con casi di fallimenti critici in asset-dependent. Entro il 2014,i cinque maggiori software provider PLM renderanno il social networking parte integrante delle loro soluzioni.

Nel 2011, molte industrie globali affronteranno un’economia stagnante” con imperativi conflittuali (da una parte mantenere il controllo dei costi, dall’altra abilitare l’innovazione. “Il mercato economico, l’ambiente demografico e tecnologico nel 2012 richiederà agilità  nelle operazioni e nelle pratiche enterprise. Essere svelti ed adottare le pratiche del business sarà un obbligo per sopravvivere nel 2012.

Leggi anche TechWeekEurope: Il software per il Data Management promette benissimo nel 2012

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore