Le quattro aree vincenti

Management

Un mercato non particolarmente frizzante quello delle banche e degli istituti
finanziari in genere, così come emerge dalle parole di Giovanni Di Blasi,
Direttore Mercato Banche e Assicurazioni Hp Italia, che però ha individuato
quattro aree in cui si concentrerà l’investimento: consolidamento, governance,
sicurezza, integrazione

?Pur non crescendo a tassi elevati, nel mercato finanziario e delle banche emergono quattro aree in cui si concentreranno gli investimenti dei prossimi anni ?, spiega Giovanni Di Blasi, Direttore Mercato Banche e Assicurazioni, Hp Italia. ?La prima è legata alla riduzione dei costi e al miglioramento dell’efficienza operativa. Anche quest’anno l’It consolidation e l’efficienza delle strutture informatiche caratterizzeranno gli investimenti dei nostri clienti. Un trend che probabilmente non riguarderà solo il 2006, ma che comprende un orizzonte temporale di almeno due anni. Altro driver importante è il tema della governance, che nasce dalle nuove normative e dalla compliance stabilita a livello istituzionale. Il controllo dei rischi operativi e dei livelli di servizio nei rapporti con i clienti, oltre al controllo dei processi interni, sono ormai un elemento fondamentale. Un tema importante e confermato da varie indagini fatte sul mercato è quello della integrazione fra i canali, molti dei quali cresciuti negli ultimi anni: accanto allo sportello tradizionale, quello automatico, l’online, il contact center. Le banche hanno sviluppato questi canali distributivi in maniera molto verticale, facendo applicazioni molto puntuali, che oggi possono costituire un limite all’utilizzo di informazioni attraverso i differenti canali. Oggi è sempre più frequente iniziare una determinata transazione attraverso un canale completandola in un altro. Per esempio si può iniziare ad aprire un conto attraverso internet e poi recarsi allo sportello per concludere di persona. Operazioni come queste possono essere un po’ difficoltose se non esiste un’integrazione delle informazioni. Corollario di questa situazione è la sicurezza, fino al recente passato considerata a livello di singolo canale. Oggi invece la sicurezza e l’identificazione del cliente vanno portati esternamente alla singola applicazione e messi on top, per rendere possibile la multicanalità?. In particolare sul problema dell’integrazione dei canali Hp ha sviluppato una soluzione che si chiama Next Generation Front Office. Non si tratta di una soluzione applicativa, ma di un’infrastruttura su cui il cliente può fare affidamento per sviluppare insieme ad Hp, se lo desidera, e ad altri partner se è necessario le soluzioni di integrazione di canale già in funzione. Hp si rivolge a questo mercato per lo più direttamente, ma quando possibile coinvolge i distributori per la consegna dei prodotti e molto più spesso Isv o Solution Provider che hanno sviluppato soluzioni specifiche in ambito finanziario.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore