Le reti della prossima generazione nascono a Genova

NetworkProvider e servizi Internet

L’azienda fondata da Guglielmo Marconi è all’avanguardia nelle più moderne tecnologie per le telecomunicazioni ed ha a Genova uno dei principali centri di ricerca e sviluppo

Il nome di Guglielmo Marconi non ha certo bisogno di presentazioni. Tutti sanno che è nato in Italia, dalle parti di Bologna, 130 anni fa (nel 1874) e che ha inventato la radio. Meno noto è il fatto che la madre di Guglielmo Marconi era inglese e che Marconi stesso, dopo avere scoperto la radio nel 1894, andò in Inghilterra a brevettare la sua invenzione (brevetto inglese N. 12039 del 1896 ? “wireless system using Hertzian waves”) perché in Italia nessuno aveva creduto alla possibilità di sviluppi industriali di quello che veniva considerato solo un gioco. Contrariamente a Meucci, che non riuscì a sfruttare l’invenzione del telefono, Marconi era non solo uno scienziato ma anche un abile imprenditore, e fondò nel 1897 la prima società al mondo dedicata alle tecnologie wireless, la “Wireless Telegraph and Signal Company”, e nel 1900 aggiunse alla ragione sociale anche il proprio nome “Marconi’s Wireless Telegraph Company”. Dopo oltre 100 anni di storia, di acquisizioni e di fusioni, oggi la società Marconi Corporation è un fornitore globale di apparati, servizi e soluzioni per le telecomunicazioni. Il core business dell’azienda è rappresentato dalla fornitura di reti ottiche, routing e switching a banda larga e tecnologie di accesso a banda larga, softswitch multimediali, sistemi radio a microonde, network management e servizi. Le divisioni operative di Marconi continuano a progettare, produrre e assistere sistemi hardware e software per realizzare tutti i tipi di rete voce e dati: centrali telefoniche di grandi dimensioni, accesso a banda larga, reti ottiche e sistemi di trasmissione wireless, con particolare riguardo alle reti convergenti multiservizio (Next Generation Network), che consentono di gestire contemporaneamente voce, dati e video (triple play). Circa metà del fatturato proviene da apparati per fibre ottiche e per le reti di accesso, il 15% dalle applicazioni wireless e il resto dai servizi relativi alle reti. In qualità di leader europeo nelle reti ottiche, Marconi Corporation gioca un ruolo chiave nell’evoluzione delle reti metropolitane e delle reti dorsali nazionali e internazionali ed è attivamente coinvolta nella definizione degli standard emergenti, in collaborazione con gli enti di normazione. La base clienti di Marconi include molti dei più importanti operatori di telecomunicazioni mondiali (gestori di reti pubbliche, Internet service provider), imprese multinazionali e pubblica amministrazione. La casa madre, Marconi Corporation plc, ha sede in Inghilterra. Opera a livello mondiale ed è organizzata in aree geografiche con un’organizzazione multi-regionale, che supporta clienti in Nord-America, Europa, Medio Oriente e Africa, America Centrale, America Latina e Asia-Pacifico. Una di queste aree, che comprende varie nazioni, tra cui paesi scandinavi e Sud America, fa capo all’Italia. La consociata italiana, Marconi Communications Spa, riveste una grande importanza nell’ambito del gruppo perché ospita importanti centri di ricerca, sviluppo, progettazione e produzione dei prodotti. È un’azienda di cervelli, che vanta numeri di tutto rispetto nell’attuale desolante panorama delle aziende italiane produttrici di apparati di telecomunicazioni. Oltre 2mila dipendenti, di cui 600 adibiti a ricerca e sviluppo nei laboratori italiani. Centri di ricerca e sviluppo in Italia a Genova (Reti Ottiche, Reti di Accesso e Commutazione a banda larga), Latina (dati su SDH) e Pisa (Fotonica). Altri sedi minori a Roma, Milano e Ivrea e fabbrica a Marcianise. La sede principale è nella zona industriale di Genova. Tra i principali clienti in Italia figurano Telecom Italia, Wind,Albacom,Tele2, Fastweb, Vodafone e la società Autostrade. In particolare, dal 2003 Marconi fornisce a Telecom Italia le centrali telefoniche pubbliche dell’ultimissima generazione (next generation network) in grado di ottimizzare la trasmissione dei dati sulle fibre ottiche (Sdh) e di realizzare i nuovi avanzati servizi di videofonia e telefonia Ip su Adsl. L’approccio multiservizio di Marconi è basato sulla semplificazione della struttura di rete: aggiungere intelligenza allo strato di accesso ed eliminare la necessità di complesse architetture nella parte centrale della rete, con un’architettura globale che consente di integrare in modo efficace le diverse parti delle reti pubbliche (reti di accesso e rete core), i diversi mezzi trasmessivi (rame, fibra e wireless), i diversi media e servizi (voce, dati, video) e di controllare il tutto con un unico sistema di gestione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore