Le scuse di Hp per il caso delle cartucce non originali per le stampanti

Stampanti e perifericheWorkspace
Le scuse di Hp per il caso delle cartucce non originali per le stampanti
1 3 Non ci sono commenti

Hp chiede scusa per l’introduzione del DRM per le cartucce delle stampanti. Anche Electronic Frontier Foundation (EFF) aveva scritto una lettera, per chiedere ad HP di fare marcia indietro

Hp porge le sue scuse: l’introduzione del DRM nelle cartucce per le stampanti aveva suscitato un vespaio. HP aveva fissato una data di scadenza nel firmware delle proprie stampanti per impedire l’uso di cartucce compatibili dopo il 13 settembre: dopo quella data, le stampanti del vendor funzionano solo dopo aver sostituito le cartucce non compatibili con un set di inchiostro originale.

Le scuse di Hp per il caso delle cartucce non originali per le stampanti
Le scuse di Hp per il caso delle cartucce non originali per le stampanti

L’aggiornamento per la sicurezza in OfficeJet aveva bloccato l’utilizzo delle cartucce di terze parti. Hp ha spiegato che la procedura di autenticazione per selezionati modelli di stampanti a getto d’inchiostro per ufficio, catalogava le cartucce di third-party come cloni o falsi.

La Electronic Frontier Foundation (EFF) ha scritto una lettera, firmata dall’attivista Cory Doctorow, per chiedere ad HP di fare marcia indietro sull’introduzione del DRM per le cartucce. Prima aveva lanciato una petizione che ha raggiunto quasi 10.000 firme, poi ha inviato al CEO di HP Dion Weisler una lettera aperta per convincere HP della necessità di abbandonare la controversa procedura di autenticazione, ma anche di evitare che il caso si ripeta in futuro. La trasparenza è un valore. Secondo EFF, aver celato la rimozione di una funzionalità dietro a un update di sicurezza, potrebbe essere un boomerang in futuro: gli utenti potrebbero essere indotti a rifiutare la ricezione automatica degli update dei software.

Infine, per HP il numero di utenti affetti dal problema sarebbe limitato, tuttavia l’azienda ha promesso una soluzione nell’arco di un paio di settimane: un aggiornamento firmware opzionale rimuoverà la funzione di “sicurezza dinamica” introdotta in maniera silente, provocando proteste. Maggiori dettagli saranno offerti in un thread del forum ufficiale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore