Le sfide di Tim Cook in Apple senza Steve Jobs

AziendeMarketingMobile OsMobility
Steve Jobs a D8

Per Tim Cook, che guida Apple pro tempore durante l’assenza di Steve Jobs, sarà un periodo di prova complesso. iPhone e iPad 2 dovranno affrontare la crescente concorrenza di Google Android, in grande crescita sul mercato smartphone e tablet

Il Ceo di Apple Steve Jobs si è preso un periodo di pausa per potersi curare meglio. Le redini tornano ancora una volta, come già per sei mesi nel 2009, a Tim Cook. Ma quali sfide attendono Cook? Siamo alla vigilia dei risultati trimestrali di Apple, che saranno da record, tanto quanto invece è stato sotto tono il mercato Pc natalizio: grazie agli iPad, iPhone e Mac venduti a Natale. Ma “Jobs premium” pesa dal 10 al 15% sul titolo di Apple.

Tim Cook sarà il responsabile delle operazioni quotidiane day-to-day di Apple. Ma iPhone e iPad 2 dovranno la crescente concorrenza di Google Android (che, secondo Canalys e Ovum, cresce a doppia velocità). Cook, 50 anni, guru delle operazioni Apple, un passato in Ibm, ha già retto il timone di Apple con ottime performance: sotto il suo “mandato” pro tempore, il titolo di Apple guadagnò il 70%.

Jobs ha l’abilità magica di vedere mercati che sono ancora piccoli e nicchia, per capire che è l’ora di renderli grandi business,” dice Current AnalysisSteve Jobs è l’unico e il solo Steve Jobs”. Carolina Milanesi di Gartner ha detto:Jobs ha un carisma che, non solo in Apple, ma nell’intero panorama industriale nessuno possiede. Ha tuttavia un buon team e Tim Cook ha già dimostrato la prima volta di essere in grado di prendere le redini del gruppo“. Apple sta per pubblicare  “Apple ha limitato l’impatto sui mercati visto che oggi la Borsa di New York è chiusa per festività e domani l’attenzione di molti sarà catalizzata sui risultati finanziari che, stando alle attese, dovrebbero essere molto buoni“.

Ma il mercato è nervoso. Apple ha perso il 5,1% pari a 17.68 dollari (scendendo a 330.80 dollari alle 9:33di New York) negli scambi al Nasdaq Stock Market. Segno che i broker prendono sul serio le analisi, rispettivamente, di Canalys e Ovum sulla crescita di Android sul mercato tablet (Android ha già sorpassato iPhone in scioltezza sul mercato smartphone). Secondo Ovum Android è un assopigliatutto in diversi mercati: in quello tablet Apple iPad crollerà dal 90% del 2010 al 35% nel 2015. E, visto Motorola Xoom con Android 3.0 e la carica dei tablet android al Ces, gli analisti temono che l’assenza (pro tempore, ma senza date) di Jobs, possa essere di ostacolo ad apple, proprio mentre è messa sotto pressione da un agguerrito mercato Pc.

Secondo Reuters, lo  Chief Operating Officer (Coo) Tim Cook dovrà decidere quanto dire agli investitori sull’assenza di Jobs ma soprattutto cosa fare di 50 miliardi di dollari in cassaforte.

Leggi anche: iPhone al raddoppio e altri 7 milioni di iPad trainano la trimestrale Apple

Steve Jobs ama Apple
Steve Jobs ama Apple
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore