Le soluzioni Remedy oltre i confini It

Management

Il problem management e il customer support di Remedy non sono più
legati in modo esclusivo alla sfera It aziendale, ma hanno forti
connessioni con il business

Il 2003 di Remedy in Italia è stato il miglior anno in assoluto nella storia della filiale, ha dichiarato Roberto Casetta, regional director per il Sud Europa (Italia, Francia, Spagna e Portogallo). Non è ancora possibile rendere noti i numeri, ha proseguito, ma la crescita è stata di circa il 25%”. Molteplici le motivazioni alla base del risultato. Innazitutto il consolidamento nell’area tradizionale, quella del problem ambito si è avuto un rafforzamento sempre maggiore nell’area telco, dove i grandi sistemi di help desk e di trouble ticketing si sono consolidati ed evoluti. Una forte affermazione si è registrata nel mondo bancario, per una concomitanza di fattori, tra cui il fatto che i prodotti Remedy sono oggi compliant con la metodologia Itl, e poi perché Remedy, per rispondere alla crescente integrazione dei gruppi bancari, è passata dal proporre applicazioni sviluppate dai partner a fornire direttamente applicazioni standard di mercato”. Nell’altra area presidiata da Remedy, quella del customer support, la crescita si è verificata soprattutto fuori dai confini dell’It. La componente non legata all’It, infatti, è cresciuta sia nelle banche che in ambito telco, ma anche nell’industria. E un trend molto positivo si è verificato anche nelle utilities e nella pubblica amministrazione. Una significativa maturità del mercato si è avuta anche su quelle applicazioni a contorno del classico help desk di tipo tecnologico, e cioè nel change e asset management, che hanno contribuito ad arricchire l’offerta societaria. Ultimo elemento di crescita interessante è derivato dall’utilizzo di Remedy da parte di grande organizzazioni per fare outsourcing. I managed service provider, partner di un certo livello, si sono dotati dell’infrastruttura o di prodotti Remedy per vendere servizi. “È questo il classico caso, ha enfatizzato Casetta, di un contact center o call center di una grande azienda che, invece di dotarsi internamente dell’infrastruttura e delle persone, dà questa attività in outsourcing”. Dal novembre del 2002 Remedy fa parte di Bmc Software, proponendosi come business unit indipendente della società. “Remedy beneficia del fatto di far parte di una realtà importante e solida come Bmc, ha affermato Casetta, e pur approcciando spesso il cliente da punti diversi, il fatto di appartenere alla stessa realtà offre possibilità enormi di far cross selling oltre che di sfruttare in modo sinergico le varie competenze”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore