Le startup in rassegna al Web Summit di Dublino

AziendeStart Up
Le startup in rassegna al Web Summit di Dublino
4 1 Non ci sono commenti

Il Web Summit di Dublino entra nel vivo. L’ultima edizione irlandese in cifre

Il Web Summit si tiene a Dublino dal 3 al 5 novembre. In soli 4 anni ha raddoppiato dimensioni e giro d’affari. L’ultima edizione irlandese vede 42 mila visitatori da 134 Paesi del mondo. Partecipano 2.141 startup di 17 diversi settori, droni compresi, e coprono l’evento 1.231 media, 1.500 giornalisti e più di 700 speaker.

Le startup in rassegna al Web Summit di Dublino
Le startup in rassegna al Web Summit di Dublino

Delle oltre due mila startup, 1.907 fanno parte del programma di avvio Alpha, 139 costituiscono il programma Beta, in fase di post-finanziamento, e infine 95 startup. Ma sono soprattutto presenti 180 fondi di investimento.

Gli investistimenti in startup sono in forte progresso in Europa (+30% nel 2014) con tre Paesi-faro: Germania,Francia e UK. Ma anche l’Italia sta colmando i ritardi, con 5mila startup italiane in cui sono attesi 9.000 startupper.

La Francia ha una delle delegazioni più importanti con 190 startup su 250 imprese IT. Fra le startup italiane, spiccano: RiparAutOnline, incubata presso l’incubatore I3P del Politecnico di Torino che offre un servizio di confronto online di preventivi per la riparazione del proprio veicolo, sbarca nelle più importanti fiere di tecnologia e automotive; Marinanow, piattaforma online per il noleggio di posti barca e barche, tra le migliori 200 startup selezionate da tutto il mondo; Aureoo, il social network dei libri; Boohook, la startup ideata da Matteo Marzadro, Ivano De Zaiacomo e Luca De Albertis.

Dal 2016 la principale “Expo delle startup” in Europa si trasferirà a Lisbona.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore