Le Startup innovative parlano italiano

AziendeManagementMercati e FinanzaStart Up
Bandi per Pmi digitali. Fondazione Mondo digitale aggiorna Nonni su internet in 350 scuole. Quattromila posti di lavoro sotto Natale e saldi

Se le Startup Made in Italy ricevono una spinta dal decreto legge voluto dal ministro dello Sviluppo Corrado Passera, devono ancora affrontare almeno tre criticità in Italia. Ecco quali

Il decreto legge proposto dal ministro Passera introduce anche nel nostro ordinamento le Startup innovative, grazie al varo della disciplina giuridica, accompagnata dalle agevolazioni: in primis, la defiscalizzazione totale dei guadagni da azioni o stock option; e la detraibilità per il 19% del capitale investito. Si tratta di un grande passo avanti, per l’Italia. Le Start-up innovative finalmente parlano italiano. Ma se le Start-up made in Italy ricevono una spinta, grazie all’intervento del decreto legislativo, devono ancora affrontare almeno tre criticità in Italia. Le criticità sono di ordine culturale e burocratico-legislativo: le Startup devono sviluppare un approccio imperniato sull‘auto-imprenditorialità; va creato un ambiente socio-economico e culturale favorevole alle aziende digitali; le Start-up devono svincolarsi dai “lacci e lacciuoli” della Pubblica Amministrazione (PA). Quello che serve urgentemente è una “rivoluzione copernicana”, per creare un ecosistema favorevole alle Startup? In effetti, le criticità, che stiamo mettendo in luce, sottitendono proprio una “rivoluzione copernicana” della mentalità italiana, per rifocalizzare il talento del made in Italy (le idee) con la dimensione globale (esportazione a livello mondiale), il tutto coniugato con l’auto-imprenditorialità, l’interesse a creare Pil, la voglia di creare occupazione e la capacità di attrarre capitali.

Positivo è il fatto che Vodafone xone, lanciato un anno fa e affiancato dal braccio finanziario Vodafone Ventures, abia aperto i battenti a Milano. Un’inaugurazione che s’innesta nel tessuto milanese, con l’intento di sviluppare le imprese grazie all’accesso al management dell’operatore di telefonia mobile, le tecnologie di rete, il parco clienti e la rete della distribuzione sul territorio. Dalle PMI nascono le Startup:”Prevediamo di avere 5-6 startup l’anno” ha dichiaratoVodafone Italia. Il Trentino ha invece svelato la sua Adige Valley con 103 Startup: la provincia mette fondi, servizi e strutture per un bando. Punto di forza: la partnership con Eit-European Institute of Technology; e la diffusione della banda larga, che fornirà nel 2013 una connessione minima di 20 megabyte.

E le potenzialità ci sono vista la mappa delle Startup italiane e i risultati di Appdoit di Applix, Atooma, Combustion Interactive, AppEatIt, Style UP!, The Blog TV e molte altre ancora. Ma le potenzialità, per potersi esprimere, devono superare le criticità. Ma il principale scoglio in cui potrebbero imbattersi le Startup italiane è la PA, le cui lungaggini e inefficienze sono da tempo note: database che non dialogano fra loro; servizi che erogano documenti non (sempre) conformi; ritardi nei pagamenti delle fatture. Milano Finanza ha denunciato, per esempio, il “provider per l’informatica, la Sogei, che costa ai contribuenti un conto indifendibile nella stagione del cloud computing” (quest’anno sfiora i 400 milioni di euro, alla faccia della Spending Review). Questa è una delle criticità in cui pyò imbattersi il “fenomeno Startup”. Ricapitolando: è un bene che le Startup scendano in campo, e lo facciano con competenza, passione e professionalità. Ma devono trovare un “ecosistema favorevole“, per poter creare quel circolo virtuoso in grado di innescare benefici effetti sul PIL italiano e per poter crescere, svilupparsi ed evolvere. Speriamo che il prossimo governo, dopo le elezioni, possa prendere di petto questi problemi, eliminando gli ostacoli in cui oggi le Startup innovative potrebbero inciampare.

Quali criticità devono affrontare le Startup per crescere e svilupparsi @ shutterstock
Quali criticità devono affrontare le Startup per crescere e svilupparsi
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore