Le trimestrali di Ibm e Intel deludono Wall Street

AziendeMercati e Finanza
Le trimestrali di Ibm e Intel
1 0 Non ci sono commenti

Ibm rrgistra il 18esimo trimestre consecutivo in calo. Intel soffre a causa della flessione del mercato Pc, anche se la domanda di personal computer dà segni di miglioramento

Ibm ha chiuso un altro trimestre con ricavi in declino, giù dell’1.1% a 19.1 miliardi di dollari. Rappresenta il 18esimo trimestre consecutivo in flessione. Le entrate nette calano a 2.85 miliardi di dollari.Mentre Watson e cloud crescono, in caduta verticale è l’hardware, sceso del 21% a 1.6 miliardi di dollari, in seguito alla cessione dei server Systems x86 a Lenovo. Ma Ibm ammette che è depresso anche il fatturato derivante dai mainframe z Systems, a causa del ciclo prodotti, mentre fa parte del declino secolare di Unix la flessione di Power Unix. Le vendite di software e servizi di analytics, sotto il brand Watson, hanno invece totalizzato 4.8 miliardi di dollari su 8 miliardi di dollari di ricavi descritti come “strategici” (derivanti da artificial intelligence, cloud computing e data analytics). Il margine di profitto lordo operativo nel tero trimestre si attestava al 48%, in flessione del 2.1%. Le vendite a quota 19.23 miliardi di dollari calavano dello 0.3%. I profitti sono pari a 3.29 dollari per azione, meglio del previsto. Ora l’azienda ha 49 data center.

Le trimestrali di Ibm e Intel
Le trimestrali di Ibm e Intel (in foto: il Ceo di Intel, Brian Krzanich)

Intel archivia il quarto trimestre con numeri che deludono Wall Street: la domanda PC è in calo, anche se dà segni di miglioramento e sono in crescita data center e cloud, ma non basta.
Il fatturato sarà pari a 15.7 miliardi di dollari (con uno scarto di mezzo miliardo in positivo o negativo). I vendor del mercato Pc sono tornati a ordinare processori. I ricavi derivanti dal business dei data center, che offre storage e servizi basati sul cloud, sono in crescita del 9.7% a 4.54 miliardi di dollari. Il fatturato dal business PC, che ancora rappresenta più di metà dei ricavi di Intel, è in progresso del 4.5% a 8.89 miliardi di dollari: Idc vede segnali di miglioramento nel mercato Pc, in declino del 3.9%, ma la percentuale è migliore delle attese. I ricavi netti di Intel sono saliti del 9.1% a 15.78 miliardi di dollari, ma Wall Street è delusa e il titolo perde il 6%. Le azioni di Intel hanno però registrato un aumento del 9.6% quest’anno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore