L’ecoinformatica verde di Computer Discount

Aziende

Computer Discount prosegue nella sua opera di raccolta di prodotti
informatici a fine vita, da inviare al riciclaggio o allo smaltimento
ecocompatibile. L’attività di Computer Discount ha superato il tetto delle 104
tonnellate di materiale recuperato

Sono oltre 100 le tonnellate di materiale informatico ritirate da Computer Discount, di cui oltre il 90% recuperate e il resto avviate allo smaltimento secondo i più avanzati principi di ecocompatibilità. Tutta la catena degli oltre 180 negozi Computer Discount partecipa da anni a questa iniziativa.

Computer Discount sin dal 2004 ha strutturato la propria rete per il ritiro di computer, periferiche, parti staccate, cartucce e toner e il loro avvio a sistemi di separazione e trattamento secondo procedure ancora più stringenti di quelle che per legge le aziende dovranno adottare dal prossimo gennaio.

Spiega Flavio Catelani, direttore Qualità, Produzione e Assistenza Tecnica di Cdc: ?Il consumatore che ha deciso di disfarsi del proprio computer o di un qualsiasi altro accessorio, oggi ha davanti a se due strade. Può decidere di buttare tutto nel cassonetto, come si fa con la normale spazzatura domestica ma in questo modo il materiale sarà irrimediabilmente perduto e si disperderà in gran parte nell’ambiente. In alternativa, può portare questo materiale in un centro di raccolta autorizzato, come i negozi Computer Discount?. Qui il personale separa i diversi tipi di materiale avviandoli a specifiche procedure di riciclaggio e smaltimento nel rispetto delle normative vigenti in materia. Solo una minima parte non viene recuperata e viene consegnata a partner qualificati che gestiscono impianti conformi allo smaltimento ecologico.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore