L’effetto Obama online dà i primi numeri

Management

La cerimonia del passaggio di consegne e del giuramento del 44esimo Presidente degli Stati Uniti è stata vista online da cifre record, anche se non da record assoluto. Senza mandare in tilt la Rete. Censura in Cina

Barack Obama, il Presidente Usa internauta e amante del Blackberry e del Web 2.0, è stato accolto non solo da una immensa folla a Washington (oltre 2 milioni di persone in real life, un vero record per una cerimonia di insediamento), ma anche da una folta cyber-crowd di fan in Rete. Ma i grandi picchi non hanno rappresentato un record assoluto, spiega l’esperto di traffico Internet Akamai .

Ecco i numeri dell’Obama Day: Cnnha registrato circa 25 milioni di streaming video distribuiti, superando il precedente record delle elezioni; Facebook ha messo a segno oltre quattromila commenti al minuto, totalizzando circa 600 mila cambiamenti di stato; Mogulus di Usa Today ha registrato 1 milione di visitatori; Twitter ha quadruplicato la media consueta; CbsNews ha sofferto un sovraccarico di richieste. CNN e MSNBC, oltre ale New York Times e al Washington Post, hanno dato prova di live broadcast, senza meandare in tilt la rete. Infine finora il canale di Barack Obama su YouTube è stato visitato da circa 20,3 milioni di utenti.

Ma Internet ha retto l’urto dell’Obama day. La Cina, invece, passerà alla storia per aver censurato il discorso di Obama: i siti Internet hanno eliminato i riferimenti al comunismo e ai dissidenti.

Leggi: In Rete si celebra il Barack Obama Day

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore