L’Emilia-Romagna si conferma hi-tech

Workspace

Il territorio emiliano, grazie alle sue imprese, investe quasi due miliardi di euro all’anno in information technology. Emerge da una ricerca di NetConsulting e Microsoft condotta con il patrocinio della Regione

Da una ricerca di NetConsulting e Microsoft condotta con il patrocinio della Regione, emerge che il territorio emiliano, grazie alle sue imprese, investe quasi due miliardi di euro all’anno in information technology.

In Emilia-Romagna la spesa complessiva annua in IT è di 1,8 miliardi di euro (9% della spesa nazionale). I risultati dello studio su 140 realtà aziendali, affermano che il 41% investe in modo non occasionale, ma con piani a medio termine.

Il contesto è quello di una regione come l’Emilia-Romagna, con 13 filiere industriali specializzate, più di 430.000 imprese in totale, dove i fornitori IT (circa 10.000 imprese) danno lavoro a 38.000 persone. E dove l’amministrazione pubblica, in particolare la Regione, sta sostenendo e incentivando l’innovazione e l’adozione di IT da parte delle imprese. Imprese che, a loro volta, mostrano attenzione per la diffusione di un primo livello di utilizzo di IT ma che registrano, in particolare nell’industria, un livello di investimenti e soluzioni ICT avanzate ancora insufficienti.

Sappiamo che lo scenario attuale – ha spiegato Pietro Scott Jovane, Amministratore Delegato di Microsoft Italiaspinge più che mai le imprese ad avere come obiettivo primario la riduzione delle inefficienze attraverso un drastico taglio dei cost i. Tuttavia il mio auspicio è che le nostre imprese sappiano guardare oltre la situazione congiunturale e rispondere alle sfide di oggi attraverso investimenti in innovazione. L’esempio dell’Emilia Romagna ci conferma come una collaborazione tra il settore pubblico e privato possa aiutare le aziende ad innovare e ad aumentare così la propria competitività”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore