Lenovo acquisisce brevetti per il Mobile

AcquisizioniAziendeMarketing
Lenovo fa shopping nei brevetti Mobile
1 0 Non ci sono commenti

Lenovo compra 100 milioni di dollari per aggiudicarsi brevetti relativi alla tecnologia mobile. Voci sul phablet Motorola Xplay con schermo da 6.3 pollici

Lenovo fa shopping nella proprietà intellettuale, spendendo 100 milioni di dollari per acquisire brevetti nel Mobile. Dopo aver comprato Motorola per 2.9 miliardi di dollari, Lenovo acquisisce da Unwired Planet, società specializzata in brevetti per il Mobile. L’accordo copre un totale di una famiglia di 21 brevetti sviluppati da Unwired Planet, compresi brevetti relativi al 3G e al 4G LTE. Non tutti i dettagli però sono stati resi pubblici. Jay Clemens, consigliere generale di Lenovo, ha spiegato che l’azienda si tutela acquisendo brevetti per sviluppare nuovi prodotti senza incorrere in rischi di controversie legali.

Secondo indiscrezioni, la nuova Motorola – Lenovo sta preparando il phablet Xplay con schermo da 6.3 pollici.

A fine gennaio Lenovo è diventato l’asso pigliatutto: dopo essersi aggiudicato i server di fascia bassa di Ibm, il primo vendor del mercato Pc ha acquisito Motorola Mobility per 2.91 miliardi di dollari (contro i 12,5 miliardi di dollari sborsati da Google nel 2012). E se si collocava ieri solo al quinto posto del mercato smartphone, oggi Lenovo, acquisendo Motorola, diventa il terzo vendor del mercato smartphone. “Lenovo, che solo un anno fa al WEF di Davos si diceva interessata ai Blackberry, all’improvviso vira su un brand iconico come Motorola, pioniere del mercato dei cellulari, e ritenta nel mercato smartphone quella scalata che ha fatto nel mercato Pc, a partire dall’acquisizione dei Pc di Ibm nel 2005.” Lenovo ha archiviato l’ultimo trimestre con profitti in crescita del 29% a 265.3 milioni di dollari e fatturato in crescita del 15% a 10.8 miliardi di dollari. Oggi l’80% del fatturato di Lenovo dipende dal mercato Pc, ma l’azienda vuole spandere Mobile e server.

All’ultimo CES 2014 di Las Vegas il vendor cinese ha svelato Vibe Z, uno smartphone LTE ultrasottile, schermo IPS da 5.5 pollici, full HD (con risoluzione 1920×1080 pari a 400 PPI), processore quad-core Qualcomm Snapdragon 800, 2GB di RAM e fotocamera da 13 megapixel. Il tutto è racchiuso in un corpo in silver o titanio,  lavorato al laser nel retro della cover. Ora Lenovo dimostrerà come saprà integrare Motorola, in un mercato smartphone in rallentamento, dopo aver superato il giro di boa del primo miliardo di smartphone venduti.

Sarà un 2014 col freno tirato, in cui la crescità si dimezzerà, passando da un incremento del 38% del 2013 al 19% del 2014, per ridursi di circa un terzo, al 6%, dal 2018 in poi. IDC prevede che Android manterrà la palma d’oro, visto che domina il mercato smartphone, ma calerà dal 79% del 2014 al 76% dal 2018. Apple iOS al secondo posto sul podio, scenderà però dal 15% al 14%. Windows Phone andrà quasi al raddoppio: balzerà dal 3.9% al 7%. BlackBerry potrebbe arrivare a prefissi telefonici, crolando dall’1 allo 0,3 per cento. Ora Lenovo vuole reintrodurre il brand Motorola in Cina e nei mercati emergenti, dove vuole competere sia nel mercato di fascia alta che nell’entry level.

Conoscete la storia di Lenovo? Misuratevi con un Quiz!

Lenovo compra Motorola: sfida Samsung e Apple nel mercato smartphone
Lenovo compra Motorola: sfida Samsung e Apple nel mercato smartphone
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore