Lenovo alla prova del crash test

ManagementNomine

Mauro Catalano, transaction business director di Lenovo Italy, racconta il
suo ingresso nella società e traccia un quadro sul futuro in Europa

Lenovo punta all’Europa occidentale presentandosi come un’impresa multiprodotto e multicanale, e affiancando alla tradizionale offerta di Pc, anche quella dei server a partire dall’inizio del prossimo anno. In occasione di Smau, Vnunet ha fatto il punto sulle strategie di Lenovo con Mauro Catalano, transaction business director di Lenovo Italy. ?Punteremo allo sviluppo di prodotti senza trascurare il nostro canale. Lenovo è channel oriented ? spiega Catalano ? molti dei partner Ibm hanno deciso di restare con Lenovo dopo l’integrazione della divisione Pc di Big Blue. Ora l’obiettivo è: aumentare la numerica dei partner, puntare sui rivenditori di segmenti differenti e capire la geografia distributiva.Il nostro business ? continua Catalano ? è concentrato nel centro-nord Italia e a Roma affrontiamo il mercato della Pubblica amministrazione ?. Qual è l’appoccio al canale, per altro consolidato, di Lenovo? ?Affrontiamo la qualità del prodotto e la comunichiamo al pubblico semplificandone i concetti trasferendoli anche attraverso canali non tradizionali come YouTube, sul quale abbiamo caricato i filmati dei crash test sulle nostre macchine e ne dimostriamo la bontà attraverso prove estreme come, per esempio, versando dell’acqua sulle tastiere?. Catalano è entusiasta di Lenovo, tanto da assimilarla a un pacchetto regalo prezioso. ?Quando mi hanno parlato di Lenovo, ho percepito un’azienda con grandi potenzialità. Ho parlato con il management internazionale e so che la società sta progettando sviluppi importanti. In Europa occidentale abbiamo dovuto superare il momento critico che ogni acquisizione porta con se (quella della divisione Pc di Ibm, ndr), successivamente l’azienda si è perfezionata, sono stati tagliati i costi inutili e siamo ripartiti, macinando, soprattutto negli ultimi due trimestri, utili interessanti che abbiamo deciso di reinvestire e, a prescindere da eventuali acquisizioni, in Europa occidentale Lenovo potrà diventare un’azienda multiprodotto e multicanale, toccando il prossimo anno anche il mercato dei server?. Sul recente caso Acer-Gateway e diritto di opzione sull’acquisto di Packard Bell, alla quale era interessata la stessa Lenovo, Catalano non ha parlato di nuove società nel mirino di Lenovo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore