Lenovo compra i Pc Ibm

Workspace

Ecco l’annuncio ufficiale della joint venture tra Ibm e il produttore cinese che mette la parola fine all’era dei personal computer di Big Blue

A comprare la divisione Pc di Ibm è il produttore cinese Lenovo : l’acquisto è avvenuto 1,25 miliardi di dollari. Lenovo, che finora occupava gli ultimi posti tra i top ten delle classifiche di Gartner e Idc tra i vendor di personal computer, con l’acquisto effettuato da Big Blue balza al terzo posto (ipotetico al momento), dietro a HP e Dell . E diventa un colosso dal fatturato stimato di 10 miliardi di dollari all’anno. Si chiude così una storia che ha segnato l’era dei Personal computer: Ibm passa alla storia, ma in un mercato consolidato come quello dei Pc i passaggi di mano sono negli ultimi tempi la norma, e non l’eccezione, già previsti da Gartner nei giorni scorsi. La cessione dell’area Pc inoltre consentirà a Ibm di focalizzarsi in attività più redditizie come software e servizi informatici. Ibm manterrà il 18,9% del capitale di Lenovo. Sul fronte della forza lavoro, già prima della joint venture lavoravano in Cina poco meno dei 4/5 degli attuali 10.000 dipendenti, tutti rilevati da Lenovo, insieme ai circa duemila dipendenti americani di Ibm. Infine voci riguardano un interessamento da parte di Dell ai Pc business di Ibm, ma sono smentite dal Ceo di Dell.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore