Lenovo dà l’addio a Linux, ma Hp sviluppa un anti Windows Vista

Sistemi OperativiWorkspace

Il vendor cinese non vende più online notebook e desktop equipaggiati con il sistema operativo Linux, che invece rimane nei canali di vendita tradizionale e sui netbook. Invece Hp sarebbe al lavoro su un sistema operativo open source

Nel mercato dei sistemi operativi c’è fermento. Microsoft ha appena svelato la roadmap di Windows 7 , e Hp pensa a realizzare un sistema operativo anti Windows Vista, mentre Lenovo dà il benservito a Linux nella vendita online.

Su Computerworld Lenovo ha spiegato che non è un addio all’open source, ma il risultato di una semplice constatazione: chi compra computer con Linux, non ordina online bensì nella catenba tradizionale, dove infatti Linux rimarrà in offerta. Anzi sta per aggiungersi Ubuntu. E sta per arrivare l’offerta netbook anche con Linux.

Il netbook o mini notebook è proprio il terreno fertile del Pinguino: proprio mentre c’è chi decretava la fine di Linux desktop, Linux è montato sui laptop low-cost, letteralmente spopolando (tanto da obbligare Microsoft ad allungare il supporto a Windows Xp sui netbook). Secondo BusinessWeek , Hp starebbe realizzando un suo sistema operativo open source, proprio da offrire in alternativa a Vista. Hp ha smentito seccamente, ma le voci parlano di un sistema operativo, basato su Linux, ma con la semplicità d’uso di Mac Os X. Tutti i vendor di Pc guardano infatti con sospetto alla crescita continua dei Mac , e temono che “il flop di Vista” possa rovinare la loro immagini. Hp insomma, forse, vorrebbe essere meno Windows-dipendente. Tempo fa Hp ha anche regalato un file system all’open source.

Microsoft ha però lanciato una costosa campagna pubblicitaria, in cui ha ruollato nientemeno che il co-fondatore Bill Gates , per rispondere all’offensiva dei Mac.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore