Lenovo Ideatab A3000-H, un originale incompiuto

MobilityWorkspace
1 0 5 commenti

TEST e SLIDESHOW – Luci e ombre di IdeaTab A3000-H. Nonostante connettività 3G e un buon processore quad-core, questo tablet presenta alcuni limiti inattesi. Sarebbe potuto essere un tablet economico ma eccellente. Prezzo intorno ai 200 euro

Lenovo con IdeaTab A3000 propone un tablet economico, con display da sette pollici di diagonale, e sistema operativo Android 4.2.2, che da un lato si distingue per alcune soluzioni originali, dall’altro per i suoi limiti. Si possono ben apprezzare le prime, e rimanere un po’ stupiti per i secondi, perché con poca accortezze in più la proposta Lenovo IdeaTabA3000-H sarebbe potuta essere molto migliore. Vedremo passo a passo.

Di IdeaTab A3000 ne esistono due versioni, una siglata con la lettera finale F permette solo connettività WiFi, quella che noi proviamo con la lettera finale H permette anche connettività 3G. Lenovo IdeaTab A3000 pesa poco più di 300 grammi, per una buona portabilità complessiva, il guscio posteriore, in policarbonato rigato permette un’ottima presa, e da qui si ha accesso internamente allo slot di espansione di memoria microSD, come al doppio comparto per l’inserimento della Sim (in formato normale).

Un comparto è da utilizzare per connettività 3G, l’altro supporta solo connettività 2G. E’ già questo un dettaglio non di poco conto. Sono pochissimi i tablet con doppio comparto Sim. Purtroppo si scopre ben presto che questa caratteristica molto interessante del doppio slot per due Sim, con la Rom originale preinstallata, NON può essere sfruttata a dovere, non nel nostro modello. Non possono essere effettuate telefonate, ma si possono solo inviare gli Sms, e ovviamente chiamare ma via Skype. Davvero una scelta inspiegabile, che vanifica in gran parte quella di dotare del doppio comparto il device, scelta che in altri Paesi sarà invece utilissima.

Lenovo IdeaTab A3000 3G, con doppio connettore Sim
Lenovo IdeaTab A3000-H ha connettività 3G, con doppio connettore Sim

Per quanto riguarda le interfacce apprezziamo invece la presa microUSB OTG che permette la ricarica, il collegamento con il computer e, con un cavo apposito, anche la possibilità di leggere le schede di memoria USB. Il cavo per fare questo sarà da acquistare a parte. Un ulteriore rilievo a questo device riguarda invece il display. La sua risoluzione 1.024×600, non da record, riconduce a una densità pixel davvero bassa di appena 170 ppi, e l’utente ben assuefatto a display di qualità mal vi si adatta, per fortuna il pannello di tipo IPS offre contrasti e brillantezza buoni. Dal punto di vista costruttivo invece siamo rimasti stupiti dall’effetto ‘bolla d’aria’ rinvenibile premendo il display al centro, senza nemmeno una pressione eccessiva. Insomma, c’è da lavorare.

Entriamo nel dettaglio della dotazione hardware. IdeaTab A3000-H è mosso da un processore Mediatek quad-core M8389 a 1,2 GHz, non male. Si tratta di un quad-core poco avido di risorse, coadiuvato in questo caso da 1 Gbyte di Ram e 16 Gbyte di storage integrato (la memoria – abbiamo detto – è espandibile). La batteria, cui l’utente non ha accesso, vanta dati di targa di 13.0 Wh e 3500 mAh, per un utilizzo di oltre sei ore anche in riproduzione video con luminosità ambientale scarsa e WiFi acceso; a tutta luminosità invece e con applicazioni impegnative al massimo si arriverà a 4 ore di utilizzo, ma sono condizioni di utilizzo improbabili. La dotazione connettività è standard con WiFi 802.11 b/g/n (b g n ), Bluetooth 4.0, e nel modello 3G connettività Hsdpa. IdeaTab A3000 è dotato di sensore di accelerazione, luminosità e aGps.

Il comparto fotografico fa registrare la presenza di fotocamera posteriore con sensore da 5 Megapixel e anteriore con risoluzione VGA (0,3 Megapixel). Entrambe sono abilitate alla registrazione video. Per quanto riguarda l’audio, non ci sono rilievi da fare sul volume massimo di uscita, ma la qualità del suono è solo sufficiente.

Lenovo IdeaTab A3000-H, dotazione software e giudizio

In Lenovo IdeaTab A3000-H è originale anche la proposta software. Dopo l’aggiornamento del firmware si apprezza appieno la particolare scelta di Widget in home page, con la proposta di applicazioni già raggruppate, e ancora di più il sistema di disinstallazione rapida, praticamente identico a quello proposto da iOs e cioè semplicemente con un clic sulla crocetta in alto a destra delle singole icone.

E’ evidente come la proposta sia volta a indirizzare le esigenze multimediali: è presente l’applicazione FilmOn family, per guardare e registrare programmi tv e film, la suite Kinsoft Office, inusuale rispetto alla proposta consueta, ES come gestore file e directory (ma anche un FileManager), il software di protezione per tablet Norton Mobile, un tool per il controllo del consumo della batteria, Zinio, Rara.com come proposta di servizio di musica in streaming. Queste le originalità, senza voler citare la solita dotazione Android. Ricchissima è la dotazione di widget.

Lenovo IdeaTab A3000-H ha il grande pregio di un prezzo inferiore ai 200 euro (nella confezione non troverete le cuffie, è questo un ulteriore segno di minimalismo per abbattere i costi della proposta).  La dotazione hardware nel complesso è soddisfacente, il display invece migliorabile, il doppio comparto Sim rappresenta un’occasione persa. Dal punto di vista prestazionale si tratta di un device soddisfacente per le riproduzioni video e multimediali, browsing e audio, sufficiente per giocare. I 3dMark Ice Storm si sono fermati a 3189 di punteggio e nella versione Extreme a 1580, non sono punteggi eccellenti. Ancora perdonabile in questo segmento di prezzo, se non fosse che la concorrenza diretta ha saputo fare meglio.

Con il 3G il prezzo è ancora vantaggioso. In prestazioni pure il device paga pegno a Nexus 7.

Lenovo IdeaTab A3000-H

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore