Lenovo si prepara all’era di Smart Glass e Internet delle Cose

Dispositivi mobiliMarketingMobilityWorkspace
Lenovo ha acquisito Motorola Mobility
3 0 Non ci sono commenti

Gli smart glass di Lenovo promettono maggiore autonomia dei Google Glass, grazie alla batteria, un dispositivo separato da indossare intorno al collo

I Google Glass avranno come rivali gli Smart Glass di Lenovo. Gli occhialini hi-tech del primo vendor del mercato Pc promettono maggiore autonomia, grazie alla batteria, un dispositivo separato da indossare intorno al collo.

Ma Leovo non sta solo sfidando Google sul terreno degli smart glass, ma anche nell’arena di Internet of Things (IoT). In questo settore, Google ha acquisito i termostati intelligenti di Nest, mentre Apple ha svelato HomeKit, un sistema per sviluppatori che scrivono programmi per il controllo dei device intorno alla casa.

Lenovo si prepara all'era di Smart Glass e Internet delle Cose
Lenovo si prepara all’era di Smart Glass e Internet delle Cose

Lenovo, dopo aver superato Hp nel mercato Pc globale nel 2013, ha creato anche NBD, un sistema dedicato ai dispositivi connessi, per promuovere altre aziende a realizzare device sulla sua piattaforma per Internet delle Cose.

Grazie a Internet delle Cose (IoT) frigo, termostati ed altri oggetti di casa nostra saranno connessi a internet. Vivremo in Smart home, dove gli applicativi saranno controllati da apps e i dispositivi reagiranno in maniera smart: il riscaldamento si alzerà man mano che ci stiamo avviando verso casa. Il problema più grave di IoT è l’ssenza di compatibilità: a superare questo ostacolo serve NBD.

Oltre a lavorare sugli smart glass, Lenovo sta progettando Vuzix, un purificatore d’aria, da gestire via applicazioni.

Internet of Things (IoT), in italiano Internet delle Cose, porterà 26 miliardi di dispositivi online entro il 2020. Abbiamo stilato l’elenco di una lista di 10 aree dove Internet delle Cose avrà maggiore impatto nell’arco dei prossimi anni: si spazia dalle costruzioni (settore edile) all’industria manifatturiera, dall’ambiente alle utility, dalle Smart city all’advertising, dai trasporti alle smart home (le case iper-connesse), dai negozi alla sanità.

Secondo Gartner, gli smartglass sono destinati ad aumentare la produttività: . Nel 2017 gli “occhiali intelligenti” permetteranno di risparmiare un miliardo di dollari nei mercati verticali: nel campo dei servizi, manifattura, retail e sanità. gli smartglass avranno un impatto nel mondo militare (dove ridurranno le morti “da fuoco amico”), nel sostegno alla disabilità, nella sanità, nell’artigianato e avranno un ruolo nelle smart cities. L’adozione degli smartglass sarà lenta perché i benefici dipenderanno pesantemente dall’ecosistema di apps e servizi che gli sviluppatori creeranno per gli smartglass.

Conoscete Internet delle Cose? Misuratevi con un Quiz!

Che cosa sono gli Smart Glass? Mettetevi alla prova con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore