Leopard al centro della Worldwide Developers Conference di Apple

Sistemi OperativiWorkspace

Aspettando l’iPhone, il Wwdc si focalizzerà sul prossimo Mac OS X 10.5 e
qualche sorpresa nell’interfaccia del sistema operativo in arrivo. Apple in
trattative con gli studios di Hollywood

Oggi apre fino al 15 giugno la Worldwide Developers Conference (Wwdc) di Apple. L’iPhone arriveràa fine mese, ma all’appuntamento tecnico della Mela non mancheranno le sorprese. Sappiamo che è attesa una demo del sistema operativo Mac OS X 10.5 (chiamato Leopard): il beta testing sarà il banco di prova per l’erede di Tiger. La nuova versione Mac OS X 10.5, slittata per far uscire in tempo l’iPhone, verrà commercializzata a ottobre. Si aspettano anche novità per un iMac vestito di nuovo. L’attesa come sempre ferve: anche perché alla vigilia della Worldwide Developers Conference, Apple ha già rinnovato la gamma di MacBook e MacBook Pro (con schermo Led). Quindi, al centro della Wwdc non ci sarà hardware, bensì software: tutti gli occhi saranno catturati dai segreti di Leopard. Secondo Wired il nuovo Mac Os X ci stupirà con Core Animation. Leopard potrebbe quindi stupirci con un’interfaccia a effetto ? Con iPhone e il rivale Microsoft Surface, la rivoluzione dell’interfaccia che si sfiora con un dito sembra dietro l’angolo: ma forse non sarà già Leopard a introdurla su desktop. Per ora una certezza: Sun ha proprio l’altro giorno confermato che Leopard adotterà il file system ZFS abbandonando Hfs+. E già questa è una novità non di secondo piano per il prossimo sistema operativo di Apple. Zfs (Z File System) è una soluzione a 128 bit open source sviluppata da Sun, virtualizza direttamente tutto lo spazio di storage disponibile, e ciò dovrebbe accontentare i grandi consumatori di storage. Infine Apple è in trattative con gli studios di Hollywood: il Financial Times rivela un futuro s ervizio di affitto film, per sfidare la Tv via cavo e satellitare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore