LEuropa continua a investigare su Microsoft

Workspace

La Commissione Europea ha annunciato che continuerà la sua investigazione su Microsoft a prescindere dallesito dellaccordo tra lazienda e il Governo degli Stati Uniti

Lo scorso mese di Agosto la Commissione Europea ha segnalato di stare indagando se linclusione di Media Player nel sistema operativo Windows potesse danneggiare la concorrenza di Microsoft. A quei tempi, la portavoce della Commissione, Amelia Torres, emise infatti un comunicato nel quale si diceva che lindagine era in una fase preliminare, e si facevano dei paragoni con quanto era accaduto con la versione precedente del sistema, Windows 98, e il browser Internet Explorer. Interrogata sullipotesi che laccordo tra il gigante del software e il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti potesse in qualche modo rendere inutile linvestigazione Europea, la Torres ha dichiarato che è ancora presto per trarre delle conclusioni, e in ogni caso la procedura è ormai aperta, e Microsoft dovrà rispondere alla dichiarazione di protesta inviata in Agosto. In questo senso, la portavoce spera che lazienda solleciti un incontro che potrà avere luogo prima di Natale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore