L’Europarlamento approva le regole sulla cyber sicurezza

CyberwarSicurezza
Copyright e pacchetto Telecom: la UE sfodera le sue proposte
1 45 Non ci sono commenti

Il pacchetto, varato dall’Europarlamento, sulla cyber sicurezza intende obbligare il business a rafforzare le difese ed aziende come Google e Amazon a denunciare e riportare gli attacchi

L’Europarlamento ha concesso il via libera alle norme sulla sicurezza IT, per contrastare meglio i cyber attacchi. Il pacchetto di norme varato dal Parlamento Ue si rivolge ai vendor di servizi in settori quali energia, trasporti, sanità e settore bancario o ai motori di ricerca e aziende di cloud computing.

Il pacchetto sulla cyber sicurezza intende obbligare il business a rafforzare le difese ed aziende come Google e Amazon a denunciare e riportare gli attacchi.

L'Europarlamento approva le regole sulla cyber sicurezza
L’Europarlamento approva le regole sulla cyber sicurezza

Gli incidenti in ambito di sicurezza informatica presentano molto spesso una caratteristica transfrontaliera e, quindi, riguardano più di uno Stato membro dell’Unione Europea. Una protezione informatica frammentata rende tutti noi vulnerabili e rappresenta un grande rischio per la sicurezza dell’Europa intera. Questa direttiva stabilirà un livello comune elevato di sicurezza delle reti e dei sistemi informativi nell’Unione e rafforzerà la cooperazione tra gli Stati membri, aiutando a prevenire futuri attacchi informatici a importanti infrastrutture interconnesse in Europa”, ha precisato il relatore tedesco Andreas Schwab.

Il costo dei cyber attacchi è salito a 20.8 milioni di dollari nel settore finanziario, a 14.5 milioni di dollari nell’IT e sfiora i 13 milioni di dollari nell’industria delle comunicazioni. Secondo l’Enisa, il prezzo dei cyber attacchi è salatissimo: va dai 260 miliardi ai 340 miliardi di euro.

  • Cosa sapete dei cyber attacchi più devastanti nella storia dell’hi-tech? Mettetevi alla prova con un Quiz!
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore