L’evoluzione di Microsoft

Aziende
Surface Pro con Windows 8.1
0 0 2 commenti

Alla vigilia della ristrutturazione che il Ceo Steve Ballmer sta per annunciare, Microsoft evolve. Nell’era Pc-Plus, dove si moltiplicano i form factor grazie all’esplosione di creatività degli ibridi 2-in-uno (e perfino 3-in-uno) e dei convertibili, Microsoft non è più solo una software house, ma un colosso di servizi e dispositivi: il tablet Surface docet. L’aggiornamento a Windows 8 è arrivato in tempi brevissimi: Windows 8.1 (Blue), frutto dell’ascolto dei feedback degli utenti da parte di Microsoft, e già in versione Preview da poche settimane, sarà rilasciato in RTM entro fine agosto e sarà a scaffale per Natale, anche su mini tablet da 7 e 8 pollici. Già questo dimostra quanto Microsoft sia cambiata, ora la riorganizzazione voluta dal Ceo Steve Ballmer sancirà la definitiva evoluzione del colosso di Redmond nell’era Pc-Plus

Microsoft è pronta per l’evoluzione. Il Chief Financial Officer (CFO) di Windows Tami Reller ha reso nota la road map di Windows 8.1, l’aggiornamento di Windows 8 noto con il nome in codice di Windows Blue. In preview dalla fine di giugno, uscirà in versione RTM (Release to Manufacturer) entro fine agosto e sarà a scaffale per Natale.

Microsoft ha anche fornito i numeri ufficiali di Windows 8: la distribuzione globale si attesta a circa 100 milioni di licenze, per un totale di 60 miliardi di ore di utilizzo. Secondo Net Applications, Windows 8 sale al 5%, mentre Windows Store supera il giro di boa delle 100 mila apps. Inoltre Windows 7, che tuttora detiene lo scettro con il 44% di quote di mercato, in un mese ha perso mezzo punto, proprio mentre Windows 8 guadagna un punto percentuale: qualcosa si muove per il verso giusto.

Con queste cifre, Microsoft sta per annunciare la riorganizzazione per entrare nell’era Pc-Plus, riallineandosi come azienda di servizi (software) e device. La nuova era del computing, che il Ceo Steve Ballmer descriveva ai Partner e agli azionisti, è ormai davvero alle porte: Microsoft vi entra come un’azienda “radicalmente” rinnovata da “titanici” cambiamenti. Come è stato reingegnerizzato e reimmaginato Windows per l’era Mobile.

Secondo indiscrezioni riportate da Bloomberg settimana scorsa, il numero uno di Microsoft, Steve Ballmer, sta prendendo in esame la possibilità di creare quattro divisioni separate: enterprise business, hardware, applicazioni e servizi e il gruppo sistemi operativi. Il gruppo OS sarà guidato congiuntamente dal capo di Windows Phone, Terry Myerson, e dal capo di Windows engineering, Julie Larson-Green. Stando a The Verge, significa che Microsoft si concentrerà su un allineamento fra Windows e Windows Phone. Da ottobre Windows Phone condivide Windows 8 kernel, ma i due Windows store sono tuttora separati. A proposito di Windows Phone, è ormai il terzo OS del mercato smartphone, dopo aver superato Blackberry.

Surface Pro con Windows 8.1
Surface Pro con Windows 8.1

Secondo Gartner, nell’era Pc-Plus, il mercato pc, tablet e Mobile crescerà del 5,9% nel 2013. Le vendite combineate di dispositivi (Pc, tablet, smartphone e telefonini cellulari), a livello mondiale, si prevede che raggiungeranno i 2.35 miliardi di unità nel 2013, mentre il mercato Pc, in declino, totalizzerà 305 milioni di unità nel 2013, in calo del 10.6% rispetto al 2012. Il mercato tablet crescerà a doppia cifra del 67.9%, con vendite che sono proiettate a 202 milioni di unità. Invece il mercato cellulari crescerà del 4.3%, con un volume che supera gli 1.8 miliardi di unità.

L’ultramobile sta diventando attrattivo e ruba market share ad altri device. Il fenomeno sarà più evidente nel quarto trimestre 2013 quando la combinazione di nuovi design basati su processori Intel Bay Trail e Haswell su Windows 8.1 raggiungerà il mercato. Sebbene i device avranno un impatto marginale sui volumi di vendita, in una prima fase,aiuteranno i vendor ad aumentare il prezzo medio di vendita (average selling prices o ASPs) e i margini. E per Natale Windows 8.1 salirà finalmente sui mini tablet da 7 e 8 pollici. E in tanti sperano in un mini Surface sotto l’albero.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore