Lexmark 650, risparmia l’azienda che stampa ‘green’ e si affida ai servizi

Stampanti e perifericheWorkspace

Una nuova famiglia di stampanti e multifunzione Lexmark X650 , i programmi per il recupero dei consumabili e Managed Print Services per le grandi aziende al centro della proposta Lexmark per limitare i costi e ottimizzare i flussi di lavoro

Carta, cartoncini ed etichette che non si inceppano (nemmeno se tagliuzzati su tutti i lati), ampi display di controllo di funzione, cartucce di toner con autonomia per circa 36.000 stampe, gestione di più dispositivi con un unico driver e delle funzioni sul display anche da remoto, funzione di stampa fronte-retro e Eco Mode… La nuova famiglia di stampanti Lexmark 650 si potrebbe presentare così. Questi infatti sono alcuni dei punti di forza che contraddistinguono la proposta.

x656dte.jpg

In evidenza, sulla sinistra l’interfaccia USB per stampare direttamente da chiavetta diverse tipologie di documenti, e l’ampio display a colori, che si può controllare anche da remoto

Grazie a un unico driver chi ha comandato una stampa non corre il rischio di dimenticarla, semplicemente perché il foglio di carta non uscirà fino a quando non sarà l’utente stesso a recarsi verso la macchina più vicina, eventualmente autenticandosi, e solo in ultimo procedendo all’ultimo step per il ritiro dell’elaborato. I multifunzione Lexmark della serie X650 sono dotati di ampi display a colori, e di interfaccia USB, è possibile così stampare direttamente dal supporto di memoria, indicando le diverse tipologie di documenti, senza passare dal PC. Ogni utente ha a disposizione un PIN o può autenticarsi con una smartcard e personalizzare il display. Tutte i nuovi multifunzione proposti vantano una velocità di scansione fino a 53 ppm, in A4. I prezzi partono da circa 1.870 euro (Iva inclusa). Lexmark 656dte si distingue perché oltre alle funzioni di stampa, fotocopia e fax è dotato di un disco fisso da 80Gbyte e di un vassoio supplementare (prezzo complessivo a partire da 3.000 euro, Iva inclusa).

La fine del processo di stampa è solo un terzo dell’impegno di Lexmark, che se nei dispositivi offre e preimposta alcune opzioni per consentire già un risparmio senza dovere ri-configurare alcunché, propone poi un sistema di servizi (Managed Print Services) che offrono dall’analisi delle reali necessità infrastrutturali dell’azienda, una proposta di razionalizzazione delle infrastrutture, il programma di recupero dei consumabili affiancato dalla proposta di toner ad ampia capienza e di uno sconto del 20% sul prezzo di listino per chi decide di aderire seguendo il “programma di restituzione guidata” e infine un controllo delle forniture just-in-time: quando il toner si esaurisce o c’è un programma di manutenzione da svolgere, viene rilevato direttamente dai server Lexmark che provvedono. In questo modo sono praticamente ridotti a zero i costi di magazzino, con un sensibile risparmio delle risorse umane del comparto EDP. Purtroppo il pacchetto di servizi più completo è disponibile fornito direttamente da Lexmark solo per le grandi aziende (attualmente sono circa 4 i clienti che vi hanno aderito). Sono i partner a seguire in forme specifiche le piccole e le medie imprese.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore