Lexmark tutela l’ambiente

Stampanti e perifericheWorkspace

La società aderisce al progetto Impatto Zero di Lifegate per ridurre l’impatto delle sue attività aziendali sull’ambiente

Solo il 20% dei rifiuti prodotti nel mondo viene riciclato; il buco dell’ozono è grande come tre volte l’Europa; ognuno uomo produce 2 Kg di rifiuti al giorno. Questi sono alcuni dati allarmati che riguardano il nostro pianeta forniti da Lifegate, l’associazione eco-culturale impegnata a favore dell’ambiente che ha elaborato il programma Impatto Zero per misurare e compensare l’impatto ambientale di attività, prodotti, aziende e persone. Semplicemente (si fa per dire), misurando con parametri scientifici l’emissione di anidride carbonica nell’atmosfera e riparando al danno con la protezione e creazione di aree boschive. Un progetto che si rivolge a persone e aziende che intendono portare avanti un’economia davvero eco-sostenibile. Tra queste si è schierata Lexmark ? la prima del mercato IT in Italia ? che ha strutturato il programma Lexmark Environmental Program (LEP) che coinvolge prodotti e risorse, dalla progettazione alla produzione, fino all’approccio con clienti e fornitori. “Abbiamo una responsabilità sociale nei confronti dell’ambiente in cui viviamo ? ha dichiarato Massimiliano Tedeschi, amministratore delegato di Lexmark Italia ? anche nell’educare il cliente nel rispetto dell’ambiente stesso”. I primi ad essere stati sottoposti a un training “verde” sono stati gli stessi dipendenti Lexmark che hanno partecipato alla Settimana del Pianeta, organizzata con Impatto Zero. Non ultimi i clienti ai quali da tempo sono dedicati i programmi di recupero toner e cartucce esauste, con spedizione e ritiro gratuiti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore