Lezioni di informatica a scuola senza Pc. Nella filosofia Open source

ManagementMarketingWorkspace
CS_Unplugged, l'informatica senza computer nelle scuole

CS_Unplugged è un e-book gratuto, tradotto in italiano, dedicato ai maestri di scuola. Per insegnare l’informatica senza computer. Partendo dai concetti base

Quando si portano i Pc sui banchi di scuola, si addestrano i bambini a usare interfacce, ma troppo spesso si trascura di insegnare i rudimenti dell’informatica. Invece, per impartire lezioni vere di informatica a scuola, all’inizio non servono i computer, ma bisogna imparare a maneggiare algoritmi su fogli di carta e a gestire concetti fondamentali: non serve addestrare i ragazzi a usare applicazione di scrittura o fogli di calcolo, ma bisogna fornire agli studenti “elementi culturali” alla base della Scienza Informatica. dai numeri binari alle mappe e grafi, dai problemi di riconoscimento e ordinamento alla crittografia. Il libro, dedicato a maestri e docenti, si intitola “CS Unplugged” (Computer Science Unplugged, la scienza del computer a spina staccata, ed è tradotto in varie lingue, italiano compreso  – PDF). Il libro, reso disponibile grazie al contributo di Google, si propone come uno strumento didattico per gli insegnanti, con risorse ed esercizi. È disponibile sotto le licenze Creative Commons (attribution-non commerciale-no opere derivate) e non richiede l’uso di computer, perché il Pc con i suoi sistemi operativi “precaricati”, non aiuta a sviluppare e ad incentivare la creatività degli studenti, ma li addestra solo ad usare un’interfaccia grafica, senza fantasia.

Poiché l’informatica si occupa di algoritmi, e gli algoritmi sono processi matematici che hanno solo bisogno di un foglio di carta per essere rappresentati, significa che per imparare l’informatica, almeno all’inizio, non serve un computer, ma basta istruire gli studenti ad apprendere i concetti e i rudimenti fondamentali. Poi, quando i rudimenti saranno assodati, l’apprendimento potrà avvenire in un processo bottom-up (dal basso verso l’alto ), grazie al software libero, e soprattutto GNU/Linux. Gli studenti devono essere abituati a mettere le mani al più basso livello possinìbile, sforzandosi di far funzionare quello che non va sul computer.

La scuola 2.0 potrebbe, quindi, fare anche a meno di un Pc, almeno nelle prime fasi. Ma non potrà fare a meno di un’attitudine hacker a mettere le mani dentro la tecnologia. E non potrà fare a meno di insegnare algoritmi e risvegliare la voglia di apprendere concetti matematici alle fondamenta della Computer Science. Anche all’insegna della filosofia Open source, per iniziare con Gnu/Linux. Poi, una volta imparati i fondamentali, gli studenti potranno usare qualsiasi interfaccia grafica, senza spaventarsi a passare dall’una all’altra, con disinvoltura.

  • Conosci Gnu/Linux e la filosofia Open source e del Software libero? Misurati con un QUIZ!
  • Leggi anche Scacco al Web: Linux mIO
CS_Unplugged, l'informatica senza computer nelle scuole
CS_Unplugged, l’informatica senza computer nelle scuole
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore