LG Electronics Italia chiude in bellezza il 2005

Workspace

Il fatturato sale a 1,3 miliardi di euro registrando una crescita del 60,8% rispetto all’anno prima

LG Electronics Italia chiude il 2005 con un fatturato di 1,3 miliardi di euro registrando una crescita del 60,8% rispetto al 2004. I risultati sono sopra alle aspettative per l’azienda in Italia: la divisione telecom registra un incremento del 107% rispetto all’anno precedente. Nella Telefonia LG Electonics ha registrato il risultato più significativo ottenendo un aumento del 107%. Questo incremento è dovuto non solo al mercato UMTS ma anche a una posizione sempre più strategica adottata nell’open market. Nel 2005 LG è infatti riuscita, pur mantenendo una market share piuttosto stabile, a ottenere un incremento del 17% nel mercato dei GSM. Bilancio positivo anche il Bruno e per il Bianco, rispettivamente a +37% e +17%. La divisione Bruno chiude invece il 2005 con una crescita complessiva del 37% e risultati sorprendenti per alcuni segmenti di mercato; la vendita di televisori LCD registra infatti una crescita del 65,5%, mentre quella dei televisori al plasma è quasi raddoppiata, con un aumento del 91,3%. Anche il settore dei DVD Recorder ha ottenuto ottimi risultati mantenendo, da febbraio 2005, la leadership con il 25,6% di market share. La divisione Bianco evidenzia un trend di crescita superiore al 17% con un incremento significativo nei grandi elettrodomestici. In particolare LG ha ottenuto un ottimo risultato nel lavaggio, con un incremento del 17,8%, nella vendita di frigoriferi, con il +14%, e in quella di forni a microonde, con il +38,8% rispetto all’anno precedente. L’ISP, la divisione specializzata nei prodotti dell’Information Technology, è riuscita a raggiungere ottimi risultati a volume nella vendita di monitor LCD, di memorie ottiche e di chiavette USB, ottenendo rispettivamente un incremento del +39%, +37% e +212%. Malgrado il trend positivo delle vendite, l’erosione dei prezzi di mercato ha però determinato un lieve calo del fatturato dell’intera business unit. La divisione Aria Condizionata ha ottenuto discreti risultati di vendita nel canale Retail, dove ha raddoppiato la propria quota di mercato, diventando uno dei primi brand del canale con una quota intorno all’11%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore