Lg Electronics non richiamerà le batterie dei notebook

Aziende

Il notebook esploso era prodotto interamente da Lg, ma l’esplosione è stata causata da fattori esterni

IL MESE SCORSO aveva fatto discutere il caso del notebook LG esplos o, presumibilmente per colpa della batteria. Ora sono arrivati i risultati dell’indagine.

Il notebook esploso era prodotto interamente da LG, con la batteria sviluppata dalla affiliata LG Chem, e aveva fatto immediatamente tornare alla mente gli episodi che hanno causato il ritiro di centinaia di migliaia di prodotti con batterie Sony a rischio lo scorso anno.

LG ha immediatamente disposto un’accurata indagine sulle cause dell’incidente, affidata al Korea Electrotechnology Research Institute, un ente governativo specializzato.

I ricercatori dell’istituto hanno sentenziato che l’esplosione è stata causata da fattori esterni: all’origine dell’episodio ci sarebbe stato un urto in condizioni di temperatura estremamente elevata. Il rapporto specifica poi che in condizioni normali di utilizzo è impossibile causare un esplosione. Non viene però spiegato cosa abbia causato nel notebook il raggiungimento di temperature così elevate da innescare il fenomeno.

Per questo LG Chem ha deciso di non procedere al ritiro delle batterie vendute, usate prevalentemente nei notebook LG.

Altre informazioni le trovate sul SMH .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore