LG G6 in video, i punti di forza del comparto fotografico

MobilitySmartphone
0 0 Non ci sono commenti

MWC 2017 VIDEO – Con Raffaele Cinquegrana vediamo all’opera alcune caratteristiche di punta del nuovo top di gamma LG G6. Un’occasione anche per capire cosa non ha funzionato nel flagship 2016 LG G5 con i “Friends”

A MWC 2016 LG si era distinta perché tra tanti smartphone sempre più simili aveva proposto lo smartphone ‘componibile’ con LG G5 e i suoi Friends. Un anno dopo, abbiamo visto, il bilancio non è stato premiante. Lenovo con i Moto Mods continua nell’esperienza ma anche perché i Mods sono add-on, più che add-in, di uno smartphone che comunque già senza di essi è del tutto completo, A differenza di quella che era la proposta LG G5.
La visita allo stand LG e la chiacchierata con il product manager di LG Italia, proprio a partire da LG G6, oltre a dare una prima idea di quanto e come sia stato rivoluzionato il nuovo flagship nel comparto cine e foto, ha rappresentato l’occasione per tornare su questi temi.

Huawei P10, LG G6, e lo stesso iPhone 7 presi in alcuni dettagli sembrano smartphone praticamente identici. Non lo sono, senza dubbio: c’è chi punta su un sensore per il colore e uno per il bianco e nero, chi punta ad esaltare il controllo della profondità di campo, chi cerca di offrire il massimo per i selfie e i controlli manuali. E’ vero che le ricerche che i vendor compiono dicono a chiare lettere che uno smartphone top deve fare foto al top. E così tutti hanno lavorato in quella direzione. Oltre che sul design… ma in questo caso già c’è chi ha scelto una via e chi un’altra.

MWC 2017 - Google Assistant sbarca su Android
MWC 2017 – Google Assistant sbarca su Android

LG con G6 ha scelto materiali di fascia alta come per esempio l’alluminio aeronautico per i profili, ma il dorso invece è di vetro e protegge una scocca che sul dorso resta in materiale plastico indifferentemente dalle finiture. Gradevole il fatto che le ottiche delle fotocamere non superino lo spessore di tutto lo smartphone (7.9 mm) misura che pur con effetto visivo diverso è già di altri modelli anche di LG.

Pur non essendo uno smartphone rugged, questo LG G6, almeno nella resistenza all’acqua supera uno specialista come Trekker X-3 (IP 67) con la certificazione IP 68 (il produttore assicura la resistenza all’acqua profonda 1,5 metri per 30 minuti). In Italia LG G6 arriva nell’unica versione con 32 Gbyte di memoria, espandibile. Troppo pochi per un top di gamma. E invece è pronto per accogliere Google Assistant (l’assistente virtuale che promette di superare la semplice ricerca per comandi vocali), che sarà presto disponibile su tutti gli smartphone che soddisfano i requisiti pretesi da Google che estende oltre Nexus e Pixel questi servizi. Nel nostro video… Tutto il resto!

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore