Lg Italia cresce, ma non nella telefonia

Mobility

Nel 2006 il fatturato ha registrato positivi incrementi in diversi comparti,
a esclusione di quello relativo a telefonia e Isp

Lg Electronics Italia chiude il 2006 con un fatturato che registra crescite significative in diversi settori. Tra questi, la divisione Brown Goods ha registrato un aumento pari al 60% rispetto all’anno precedente, trainata dalle vendite dei televisori a cristalli liquidi e al plasma, rispettivamente con incrementi del 118% e del 51%. Una forte spinta è stata data dall’introduzione della tecnologia Hdd, che consente di registrare direttamente su un hard disk integrato nei televisori. Positivo anche l’andamento della divisione White goods e Air conditioning, che crescono rispettivamente del 14% e del 10%. Soffre invece, il comparto legato alla telefonia e all’Isp (Information system products). Sul fronte della telefonia, se da un lato cresce il segmento 2G (Gsm, Gprs e Edge), con incrementi del 55%, subisce un calo quello 3G, attribuibile, sostiene l’azienda, all’assestamento delle vendite dei terminali Umts rispetto alla crescita a due cifre registrata nel 2005. Il settore Isp scende del 13.3%. Il calo è imputabile, afferma Lg, al processo di erosione dei prezzi, oramai oltre il 30%, e allo shortage che ha caratterizzato l’ultimo trimestre.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore