L’hi-tech snobba l’Europa per quotarsi negli Usa

Aziende

Niente Ipo nel Vecchio Continente per una dozzina di aziende tecnologiche, come Sophos, perché i private equity ritengono più adatto e ricettivo il mercato Usa

I mercati europei potrebbero perdere un’occasione: l’hi-tech preferisce Ipo negli States alla quotazione in Europa, perché i private equity ritengono più adatto e ricettivo il mercato Usa.

Nel 2010 si prevede un calendario fitto: diventeranno pubbliche diverse aziende, come Sophos e l’italiana Yoox (quest’ultima a Piazza Affari), ma la maggior parte sceglierà i listini Usa a quelli europei per ottenere migliori valutazioni . L’hi-tech snobba l’Europa per quotarsi negli Usa, dove si pensa che il terreno sia più fertile per capire l’innovazione.

Sophos per esempio cancellò piani di Ipo nel 2007 e, anche se quotarsi a Wall Street è più caro, dice no alla Vecchia Europa. Lo riporta il Financial Times .

Il tech market in Europa non sa insomma trattenere le sue creature, se mai le esporta, e fa paura alle altre. Anche Google, che, secondo diversi osservatori, nel 2010 potrebbe finire nel mirino dell’Antitrust Ue (al posto di Microsoft e Intel, già passate da estenuanti braccio di ferro), ne sa qualcosa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore