Liberi di scaricare? Il caos dopo la Cassazione

CyberwarSicurezza

Sulla liceità di scaricare via Internet contenuti protetti dalla legge sul
diritto d’autore

La miccia della bomba appena esplosa è stata accesa a tanti anni fa. Prima ancora della novella del 2000 (l. 248/00), che ha innovato la normativa sul diritto d’autore. Dopo anni di riforme, gogne e continue violazioni in Rete, è giunta una nuova decisione della Cassazione. La terza Sezione della Suprema Corte ha stabilito (con sentenza del 9 gennaio 2007, n. 149) che non è reato scaricare film da Internet a patto che non ci sia ‘finalità di lucro’. Annullata, pertanto, la condanna a tre mesi e dieci giorni di reclusione inflitta dalla Corte d’Appello di Torino a due giovani, che avevano allestito un server Ftp da cui si potevano scaricare contenuti protetti dalla legge sul diritto d’autore. La Corte conclude che il fatto non e’ previsto dalla legge come reato a seguito di un’attenta disamina di quanto realizzato dai due e di quale fosse il dettato delle norme. Secondo i giudici del Palazzaccio, se i due ragazzi non hanno avuto intenzioni lucrose nell’attività posta in essere, non ha alcun sostegno il capo di imputazione costruito su di loro. Anche se in punto di diritto la sentenza è chiara, si corre ai ripari contro una prevedibile depenalizzazione sociale dell’attività di download dalla Rete. A tal proposito, Enzo Mazza, Presidente della Fimi (Federazione Industria Musicale Italiana), nota come ‘la sentenza della III Sezione della Cassazione che è stata ripresa dagli organi di stampa con il titolo ‘Scaricare non è reato’ si riferisce in realtà a un caso antecedente l’attuale normativa, in vigore dal 2004, che invece stabilisce la punibilità penale per lo scambio di file illegali e che punisce con una sanzione amministrativa di 154 Euro chi invece si limita a scaricare una canzone abusivamente. Non si tratta, pertanto, di una decisione che modifica l’attuale legislazione in vigore’.

Studio Celentano

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore