Libero flusso di dati non personali. La Commissione Ue studia misure

Autorità e normativeDataDatabaseNormativa
La Corte di Giustizia UE fa chiarezza su IVA e e-book

La Commissione europea lancia una serie di misure per sfruttare il potenziale dell’economia dei dati. Secondo Bruxelles, l’abolizione delle restrizioni alla localizzazione dei dati consentirebbe all’economia dei dati di raddoppiare il proprio valore fino al 4% del Pil nel 2020

Flusso libero transfrontaliero di dati non personali; disponibilità dei dati per i controlli previsti dalla legge: codici di condotta a livello Ue per abolire gli ostacoli che impediscono di cambiare fornitore di servizi di archiviazione sul cloud o di ritrasferire i dati nei sistemi informatici degli utenti. Sono queste, secondo quanto riporta  Il Sole 24 Ore Radiocor Plus, alcune misure proposte dalla Commissione europea per sfruttare il potenziale dell’economia dei dati.

Secondo Bruxelles, l’abolizione delle restrizioni alla localizzazione dei dati è considerata, infatti, il fattore più importante per consentire all’economia dei dati di raddoppiare il proprio valore fino al 4% del Pil nel 2020. La Commissione ha spiegato che le nuove norme per disciplinare il libero flusso di dati non personali nella Ue insieme alle disposizioni sui dati personali già in vigore, “consentiranno l’archiviazione e l’elaborazione dei dati non personali in tutta l’Unione, per rafforzare la competitività delle imprese europee e per modernizzare i servizi pubblici”.

Le PMI in Horizon 2020

“L’economia digitale europea è ancora profondamente spaccata lungo linee nazionali chiuse, il che impedisce una più ampia crescita digitale dell’Europa”, ha indicato Andrus Ansip, responsabile per il mercato unico digitale. Se la proposta passerà al vaglio di Parlamento e Consiglio, gli Stati membri non potranno più imporre alle organizzazioni di localizzare l’archiviazione o l’elaborazione dei dati all’interno dei propri confini. Le restrizioni saranno giustificate soltanto per motivi di pubblica sicurezza e gli Stati dovranno comunicare alla Commissione i requisiti già in vigore o nuovi in materia di localizzazione dei dati. Il libero flusso dei dati non personali “renderà più facile e meno costoso per le imprese operare a livello transfrontaliero senza dover duplicare i sistemi informatici o salvare gli stessi dati in luoghi diversi”.

Per garantire il successo dell’Europa nella nuova era dell’economia digitale, occorrono norme sulla circolazione dei dati solide e prevedibili. Con la crescente disponibilità di dati per l’innovazione basata sui dati, i cittadini e le imprese beneficeranno di prodotti e servizi migliori. L’abolizione degli ostacoli ai flussi transfrontalieri è essenziale per un’economia dei dati europea competitiva”, spiega Mariya Gabriel, Commissaria responsabile per l’Economia e la società digitali.

Inoltre le autorità competenti potranno esercitare i diritti di accesso ai dati indipendentemente dal luogo di archiviazione o elaborazione nella Ue. Naturalmente, il libero flusso dei dati non personali non pregiudicherà gli obblighi delle imprese e delle altre organizzazioni di fornire determinati dati per i controlli previsti dalla legge. L’obiettivo Ue è procedere verso un vero e proprio mercato unico dell’archiviazione e dell’elaborazione dei dati, creando un settore europeo di servizi di cloud competitivo, sicuro e affidabile e riducendo i prezzi per gli utenti dei servizi di archiviazione ed elaborazione dei dati.

Attualmente un’impresa può non essere o non sentirsi libera di sfruttare pienamente i servizi di cloud, di scegliere i luoghi più efficaci sotto il profilo dei costi per le risorse informatiche, di cambiare fornitore di servizi o di ritrasferire i propri dati sui propri sistemi informatici. Con il principio del libero flusso dei dati non personali, le imprese possono evitare la duplicazione dei dati in più luoghi, entrare in nuovi mercati con maggiore sicurezza e potenziare più facilmente le loro attività. La stima è di una crescita aggiuntiva del Pil Ue pari a 8 miliardi all’anno.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore