Libero: la banda non è uguale per tutti

AccessoriWorkspace

Anche la nostra redazione è stata sommersa dalle e-mail di utenti che si lamentano della linea ADSL 4 Mega di Wind

ROMA – Anche la nostra redazione è stata sommersa dalle e-mail di utenti che si lamentano della linea ADSL 4 Mega di Wind.Questa connessione a Internet sembra infatti non funzionare con i programmi P2P e in particolare con il software eMule.Computer Idea ha avuto l’opportunità di testare il servizio e la velocità rilevata utilizzando eMule era di soli 25 Kbyte, ben lontana dalla velocità media effettiva raggiungibile con questo tipo di connessione.Secondo alcuni il fatto sarebbe spiegabile laddove Wind facesse uso di router che supportassero la funzione di “traffic shaping”: si tratta di uno standard per l’analisi dei pacchetti di dati che permette di privilegiare in termini di banda alcuni protocolli di trasmissione a scapito di altri.Wind interpellata da Computer Idea ha negato di utilizzare questa tecnologia.L’azienda ha però dichiarato che per proteggere la qualità del servizio, “privilegia, solo in orari di picco e solo se si rende necessario, il traffico generato da navigazione Web, VoIP, e posta elettronica rispetto al traffico riconducibile ai software P2P” Questa politica sarebbe necessaria, specifica il portavoce di Wind, “per i clienti la cui linea ADSL non è collegata direttamente alla rete di accesso di Libero e, quindi, là dove i parametri di qualità non sono completamente sotto il nostro controllo”.Wind ha inoltre confermato di aver rilevato “alcuni disservizi per gli utenti del software eMule”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore