Libri, Google Books conquista la British Library

AziendeMarketing

Libri, pamphlet e periodici, senza copyright, datati fra il 1700 ed il 1870, finiscono nella biblioteca di Google Books

Google, grazie a un accordo, potrà passare allo scanner 250 mila volumi della prestigiosa British Library. Per Google Books, che ha l’ambizione di mettere tutti i saperi online rintracciabili tramite uno spider del motore di ricerca, è una nuova pietra miliare nell’utopia della Biblioteca Universale. Libri, pamphlet e periodici, senza copyright, datati fra il 1700 ed il 1870, finiscono nella biblioteca di Google Books.

La British Library ha già una Web app (19th Century Books) per iPad. I libri messi a disposizione di Google hanno un valore storico importantissimo, perché sono relativi all’epoca della Rivoluzione francese, dell’illuminismo, della fine della schiavitù e della costruzione della prima rete ferroviaria. I libri saranno poi messi online sia su Google Books che sul sito della British Library. Il lioro nell’immagine è “De Natuurlyke Historie van den Hippopotamus of het Rivierpaard” del 1775.

In attesa del “Sttlement” (il patteggiamento con i librai ed editori negli Usa), Google ha una “biblioteca virtuale” di 13 milioni di libri e accordi con 40 biblioteche.

British Library su Google Books
British Library su Google Books
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore