Licenze virtuali per Microsoft

Sistemi OperativiWorkspace

Microsoft progetta modifiche nei modelli di licensing per server, per far posto alla virtualizzazione

Le tecnologie di virtualizzazione, da VmWare a Xen e Virtual Server, si espandono e cambiano i prezzi di licenza. Microsoft ha infatti deciso di lanciare le licenze virtuali, dove cioè il costo delle licenze non si baserà più sui chip fisici, bensì sul numero dei processori virtuali per server. Ma solo sulle Cpu o istanze effettivamente attive: l’aggiornamento delle licenze riguarderà Windows Server 2003, Windows Server 2003 R2, per il prossimo Windows Server Longhorn Datacentre Edition (attualmente in beta). Microsoft si attende che il nuovo modello di licensing per server sia destinato a incoraggiare la diffusione della tecnologia di virtualizzazione Microsoft Virtual Server.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore