L’Ict può eliminare i faldoni abbandonati della Giustizia

Aziende

Il Sottosegretario all’Innovazione Beatrice Magnolfi: ?Giustizia, uso
intelligente delle tecnologie per migliorarne l’efficienza?

?Quei faldoni polverosi abbandonati negli archivi per niente sicuri dei Tribunali potrebbero essere eliminati con un uso intelligente delle tecnologie informatich e?. Lo ha detto intervenendo a Rai Utile, il Sottosegretario all’Innovazione Beatrice Magnolfi, riferendosi all’inchiesta del quotidiano La Repubblica che ha mostrato lo stato fatiscente dell’archivio documentale del Palazzo di Giustizia di Roma. Il Sottosegretario all’Innovazione Beatrice Magnolfi a Rai Utile: ?Necessario un salto in avanti, organizzativo e culturale, accelerare sul processo civile telematico?. Dati CNIPA (Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione) sull’informatizzazione della Giustizia in Italia: un computer (0,8) per dipendente informatizzabile, meno della metà (46%) delle postazioni di lavoro connesse a internet, meno di un addetto ICT (0,7) per ogni cento dipendenti, meno di una casella di posta elettronica (0,4) per dipendente informatizzabile, formazione informatica solo per il 6% del personale. I dati mostrano tutta l’arretratezza informatica dell’amministrazione della Giustizia in Italia. Magnolfi ha spiegato che ?le norme per la digitalizzazione della giustizia ormai ci sono tutte, eliminare gran parte della carta dagli archivi è un obiettivo raggiungibile, il problema è nella macchina amministrativa. C’è chi diffida dell’informatica paventando rischi per la sicurezza? ha aggiunto Magnolfi, ?ma basta pensare alla recente inchiesta del quotidiano La Repubblica – con un giornalista che per giorni ha potuto accedere indisturbato agli archivi del Tribunale di Roma pieni di dati sensibili di migliaia di cittadini – per capire che è necessario un salto in avanti, organizzativo e culturale. Anche nell’ambito della Giustizia la nostra strategia è chiara:no allo spreco di risorse per comprare macchine, ma ottimizzazione delle procedure grazie a un uso intelligente della tecnologia ?.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore