Liguria: la carta dei servizi per gli anziani

NetworkProvider e servizi Internet

Accordo di programma quadro tra la Regione Liguria, il Ministero per
l’Innovazione e le Tecnologie, il Cnipa (Centro Nazionale per
l’Informatica nella Pubblica Amministrazione) e il Ministero per
l’Economia.

Saranno i liguri per primi ad utilizzare la Carta Regionale dei Servizi, come pubblicato in una nota dal Ministero per l’Innovazione e le Tecnologie. Gli oltre 530 mila anziani della Liguria avranno a disposizione una sorta di bancomat per accedere on line ai servizi di welfare erogati dalla Regione. Questo prevede l’Accordo di programma quadro appena firmato un tra la Regione Liguria, il Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie-MIT, il Cnipa (Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione) e il Ministero per l’Economia-MEF, che consentirà di far decollare, su larga scala, questa applicazione innovativa dell’e-Government. Grazie a quest’intesa, gli oltre 530 mila anziani liguri, che rappresentano un terzo della popolazione regionale, riceveranno la Carta Regionale dei Servizi, basata sugli standard di quella Nazionale e dotata di microchip, che consentirà il riconoscimento in rete del cittadino che ha bisogno di rivolgersi ai servizi sociali che la Regione sta realizzando nell’ambito dei precedenti accordi di programma relativi all’e-Government. È questa una tempestiva e concreta risposta che Governo e Regione danno alle preoccupazioni espresse recentemente sulla realizzazione della Carta d’Identità Elettronica (CIE), ha affermato il Ministro Lucio Stanca. La Carta Regionale dei Servizi rappresenta per tutti gli enti della Liguria l’opportunità di assicurare ai propri cittadini lo strumento più efficiente e comodo per accedere ai servizi on line, senza la necessità di spostarsi e fare file ha aggiunto il Ministro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore