L’importanza degli specialisti security

Sicurezza

Secondo uno studio sponsorizzato da (ISC)² i professionisti della sicurezza contano sempre di più

Lo studio condotto da Idc

ha evidenziato risultati incoraggianti per la carriera dei responsabili It del settore sicurezza. Consigli di amministrazione, Ceo e Ciso/Cso hanno infatti sempre maggiori responsabilità in termini di strategie relative alla sicurezza informatica e alla gestione dei rischi. In particolare: – Quasi il 21% (29% nell’Emea) degli intervistati, rispetto al 12% (16,9% nell’EMEA) nel 2004, ha affermato che il suo Ceo è ora il responsabile al più alto livello della sicurezza. Gli intervistati della regione Emea hanno rilevato la più alta incidenza di responsabilità riposta in ultima analisi presso il consiglio di amministrazione, corrispondente al 10,75% in generale e all’11,5% per i paesi dell’Europa occidentale. – In tutte le regioni, le organizzazioni spendono in media oltre il 43% del loro budget per la sicurezza informatica in personale, istruzione e formazione. – Oltre il 60% degli intervistati (62,2 % nell’Emea) ha indicato che sua intenzione conseguire almeno un certificato in sicurezza informatica nei prossimi 12 mesi. Quasi un quarto, ovvero il 23,3%, degli intervistati nell’Emea rispetto al 5,9% degli intervistati nelle Americhe, ha affermato che la politica aziendale richiede l’ottenimento di certificazioni. Questo studio conferma le positive prospettive di mercato per i professionisti nel settore della sicurezza informatica. Idc prevede che il numero dei professionisti della sicurezza, in tutto il mondo, nel 2005 sia di 1,4 milioni, un incremento del 9% (8,8% nell’Emea) rispetto al 2004. Questa cifra è destinata a superare 1,9 milioni entro il 2009, rappresentando un tasso composto di crescita annua dell’8,5% (7,9% nell’Emea) dal 2004 al 2009.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore