L’importanza dell’outsourcing

Aziende

Secondo una indagine Unisys, cresce la richiesta di servizi di supporto e
assistenza It nelle grandi aziende, ma aumentano le difficoltà nell’erogarli. E
l’outsourcing non è ancora strategico.

Le grandi aziende non sono più in grado di rispondere in modo adeguato alla crescente richiesta di assistenza che proviene dai loro dipendenti. Al contempo, il management ha ancora grossissimi pregiudizi nei confronti dell’outsourcing. E’ quanto emerge da una indagine condotta da Unisys, che ha coinvolto 243 responsabili It delle imprese di grandi dimensioni. Rispetto a cinque anni fa, registra lo studio, l’uso di dispositivi tecnologici (computer, telefoni cellulari e Pda) è aumentato del 50% tra gli utenti business e ha coinvolto quasi due terzi delle grandi aziende intervistate da Unisys. La ricerca ha rilevato che, in metà dei casi, almeno un terzo dei dipendenti utilizza più di un dispositivo digitale per lavoro (soggetto a regolare manutenzione) e che il tempo dedicato all’uso di tali dispositivi è quasi raddoppiato. La dipendenza dalla tecnologia ha come conseguenza la richiesta di maggiore assistenza It per far funzionare bene i vari apparecchi. Ma i costi legati all’assistenza per un Pc o altri dispositivi, afferma la metà degli intervistati, è quattro volte superiore al prezzo di acquisto dell’apparecchio stesso e l a spesa relativa ai servizi connessi all’utilizzo di strumenti tecnologici è aumentata di almeno il 50% dal 2001. Nonostante questi problemi le aziende guardano ancora con sospetto l’outsourcing. La ricerca evidenzia che più del 60% degli intervistati ritiene che affidare in outsourcing funzioni di business, quali il supporto It, possa erodere la fiducia nell’azienda da parte dei suoi interlocutori. A questo si aggiunga che la maggior parte ha difficoltà a instaurare un rapporto di outsourcing strategico con i propri partner, finalizzato al raggiungimento di risultati tangibili come, ad esempio, la riduzione dei costi e l’aumento della produttività. ?L’outsourcing deve essere considerato un elemento strategico ? – ha commentato Joe Hogan, vice presidente, strategic outsourcing programs di Unisys – ?Il management deve superare i preconcetti esistenti e puntare su questa soluzione; in caso contrario rischia di inficiare la produttività dei dipendenti e, di conseguenza, minare il raggiungimento degli obiettivi di business e la crescita dell’azienda?. La risposta di Unisys si chiama ?Unlearn Outsourcing ?, una metodologia che si propone di sensibilizzare le aziende sull’outsourcing, eliminando i preconcetti e implementando delle best practice che permettono di comprenderne il valore e quantificarlo nel tempo. E’ importante, sostiene Unisys, che le aziende al più presto scoprano i vantaggi e le potenzialità dell’outsourcing in termini di performance.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore